Lite per il posteggio di un locale finisce a minacce di morte

Denunciato un pregiudicato di 31 anni che ha detto di essere in possesso di una pistola. A casa aveva un’arma a piombini privata del tappo rosso

Durante la scorsa notte in Casella, la pattuglia della locale Stazione Carabinieri, al termine di una breve indagine, ha denunciato in stato di libertà per “minaccia aggravata con l’uso delle armi” un uomo di 31 anni, gravato da pregiudizi di polizia, abitante in quel Comune. La pattuglia era intervenuta poiché un 50 enne, ristoratore, asseriva di essere stato minacciato di morte dal denunciato. I militari, dopo aver identificato le parti, apprendevano che il 31 enne per motivi legati all’irregolarità del parcheggio dei veicoli dei clienti del locale, sostenendo di essere in possesso di una pistola, senza mai mostrarla, minacciava il ristoratore. I militari, perquisita l’abitazione, dell’uomo rinvenivano e sequestravano una pistola a piombini, non soggetta a denuncia, priva del tappo rosso e un centinaio di piombini.

In copertina: foto d’archivio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: