Inaugurata la nuova sede della Polizia locale della Bassa Valbisagno

La sede del 3º distretto, nell’Unità territoriale Valbisagno, si trova in via Canevari

È stata inaugurata stamattina da Giorgio Viale, assessore alla Polizia locale e alla sicurezza, Pietro Piciocchi, assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni, Massimo Ferrante, presidente Municipio Bassa Valbisagno, Gian Luca Giurato, comandante Polizia Locale.

Il costo del trasloco, tra lavori e difficoltà sorte in corso d’opera, è stato di 1,2 milioni di euro finanziati col Bando Periferie del governo Renzi, nell’ormai lontano 2016. Il Comune, però, ha dovuto investire una bella cifra di suo perché il ritardo nei lavori (dovevano finire nella primavera dello scorso anno) hanno fatto sì che entrasse in vigore la nuova legge anti sismica con tutti i nuovi adempimenti da mettere in atto.
Una parte dell’investimento è stata impegnata nei pannelli solari e nel cappotto termico dell’edificio, che ora ha una classe energetica altissima, e per le misure anti alluvione. Lo stabile si trova infatti in uno dei punti in cui il Bisagno è esondato più di frequente, a pochi metri da Borgo Incrociati.

La vecchia sede in via Marassi non era più sufficiente per le esigenze del Corpo e versava da tempo in condizioni non idonee all’attività. Il Distretto comprende un totale di circa 60 unità e copre un’area che coincide con il Municipio III della Bassa Valbisagno, uno dei territori più popolosi e a più alta densità abitativa della città con circa 78mila residenti. Il trasferimento era stato deciso, oltre che far fronte alla richiesta di maggiori spazi, anche per risparmiare sui fitti passivi, essendo lo stabile di via Canevari di proprietà comunale.

I nuovi uffici – che si sviluppano su due piani per un totale di 600 metri quadrati – sono dotati di ampi ambienti sia per l’accoglienza del pubblico che per lo svolgimento delle attività amministrative. Di circa un milione e 100mila euro l’ammontare totale dei lavori realizzati.

Lo stabile che ospiterà il 3° Distretto è stato interessato da importanti lavori di adeguamento. Oltre alla demolizione di pareti interne, di alcuni soppalchi e degli impianti esistenti, i lavori hanno portato al rifacimento delle facciate e alla realizzazione di nuove aperture. Eseguite anche opere strutturali anti-sismiche che si sono rese necessarie dopo lo smantellamento dei soffitti e nel corso dell’esecuzione dei lavori.

L’edificio inoltre è stato adeguato dal punto di vista energetico tramite isolamento a cappotto interno perimetrale. La totalità dei serramenti è stata sostituita con nuovi in pvc a taglio termico e vetri di sicurezza isolanti.

Sostituiti anche gli impianti elettrico e di illuminazione con sensori di passo. Realizzati l’impianto di videosorveglianza, l’impianto rete dati cablato con fibra ottica, l’impianto idrico sanitario con solare termico e accumulatore di acqua calda sanitaria, l’impianto di climatizzazione invernale ed estiva, l’impianto fotovoltaico e l’impianto allarme antincendio.

«La Polizia Locale di Genova ha una forte tradizione di vicinanza ai cittadini e alle loro esigenze – ha sottolineato l’assessore alla sicurezza Giorgio Viale – Questa nuova sede ci permetterà di esaltare questa vocazione alla prossimità e, nello stesso tempo, renderà i nostri agenti più operativi grazie ad una sistemazione logistica all’altezza delle esigenze di un Corpo che si sta rinnovando nel segno dell’efficienza. E poi si tratta di una sede veramente green, in cui abbiamo tenuto in grande considerazione l’aspetto del risparmio energetico. Ultima notazione: gli interventi strutturali eseguiti permetteranno di assicurare l’operatività anche in caso di eventi calamitosi».

«La sede di Marassi era ormai inadeguata e da tempo la Polizia Locale aveva espresso la necessità di dotarsi di locali idonei alla propria delicata attività sul territorio – ha detto l’assessore ai lavori pubblici e alle manutenzioni Pietro Piciocchi – Con questa ristrutturazione, oltre a dotare il Distretto di ambienti confortevoli e moderni, abbiamo perseguito anche un risultato di risparmio di bilancio: lo stabile è infatti di nostra proprietà mentre nei vecchi uffici dovevamo pagare un affitto».

«La decisione di dare una nuova sede al Distretto, che versava in condizioni logistiche precarie, è stata effettuata dalla precedente Amministrazione di comune accordo con il mio Municipio – sottolinea il presidente della Bassa Valbisagno Massimo Ferrante –. La scelta è caduta su una palazzina centrale e in posizione strategica. Vorrei sottolineare anche l’apporto del nostro ufficio tecnico per quanto riguarda alcune opere di rifinitura e per la manutenzione ordinaria che sarà a carico del Municipio».

«Finalmente anche la Polizia Locale della Bassa Valbisagno potrà avvalersi di uffici moderni e idonei al difficile lavoro che ogni giorno svolge sul territorio – rimarca il comandante del Corpo Gianluca Giurato –. La nuova sede ci renderà ancora più operativi grazie agli ampi spazi riservati non soltanto al nostro personale ma anche ai cittadini che si rapporteranno con il Corpo. Si tratta di una zona molto popolosa in cui il presidio da parte della Polizia Locale è fondamentale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: