Vivibilità e sicurezza, i CC denunciano 12 persone. In 5 andavano in giro con casse portatili a tutto volume

Le altre denunce sono per guida in stato di ebbrezza, porto di oggetti atti a offendere, inottemperanza alle norme sull’immigrazione, resistenza e rifiuto di declinare le generalità

Il Comando Provinciale Carabinieri di Genova ha disposto un servizio ad “alto Impatto” in sinergia tra i vari reparti dipendenti, finalizzato al contrasto dei fenomeni che incidono sulla vivibilità ed il decoro delle città, effettuando anche dei posti di controllo alla circolazione stradale. L’attività, che risponde alle esigenze di sicurezza per tutta l’area cittadina e della provincia è stata svolta tra sabato e domenica nei luoghi particolarmente interessati dalla “Movida”. Nell’ambito dei servizi i militari della Compagnia Carabinieri di Arenzano hanno denunciato 3 persone: un 48 enne residente nella provincia di Milano, sorpreso alla guida della sua auto in “stato di ebbrezza” al quale gli è stata ritirata la patente e sequestrata l’auto; un 31 enne genovese, alla guida della sua auto, veniva trovato in possesso di un arnese appuntito in ferro lungo oltre 20 cm. e di una modica quantità di stupefacente “cocaina e hashish” e  pertanto veniva denunciato per “porto di oggetti atti ad offendere”, nonché segnalato alla Prefettura quale consumatore di stupefacenti; un cittadino marocchino minorenne, fermato per un controllo è risultato privo di documenti e di permesso di soggiorno e pertanto veniva  deferito per “inosservanza degli obblighi relativi al soggiorno”. Inoltre due studenti trovati in possesso di 2 grammi circa di “hashish” saranno segnalati quali assuntori di stupefacenti.

I militari della Compagnia Carabinieri di Santa Margherita Ligure hanno deferito 4 persone: un milanese di 24 anni e un genovese di 26 anni, sono stati deferiti in stato di libertà per “guida in stato di ebbrezza” poiché sottoposti al test dell’etilometro sono risultati rispettivamente avere un tasso alcoolico pari g/L 0.89 e g/L1,17. Le patenti di guida sono state ritirate. Due milanesi, un 32 enne con precedenti e una ragazza di 28 anni, sottoposti a controllo poiché in lite tra loro in mezzo alla strada rifiutavano di fornire le proprie generalità e opponevano resistenza allo scopo di sottrarsi all’identificazione. Entrambi sono stati deferiti per “resistenza a P.U. e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale”.

I Carabinieri della Compagnia di Sestri Levante hanno deferito 5 persone di età compresa tra  i 32 e 38 anni, di cui 4 con pregiudizi di polizia, tutti abitanti nella provincia di Bergamo poiché durante l’arco notturno, presso la spiaggia sita in località “ La Secca”, mediante l’utilizzo di uno “Speaker” portatile che emetteva musica ad alto volume e con schiamazzi ed urla, disturbavano il riposo delle persone ospiti di un limitrofo campeggio e di alcuni alberghi siti nelle vicinanze. I cinque sono stati denunciati in stato di libertà per “disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone in concorso”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: