Deraglia un treno con merci pericolose, ma, per fortuna, è solo un’esercitazione

È avvenuta oggi in galleria a Voltri. È finalizzata anche all’attivazione del secondo binario della galleria e la sua apertura al trasporto di merci pericolose, legata al complesso sistema di lavori in corso nel Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi. Rientra tra le attività programmate per testare l’efficacia delle procedure, dei tempi di risposta, e del coordinamento delle strutture sul territorio in situazioni di emergenza

Verificate le procedure di sicurezza:

· simulato lo svio di un treno merci con carico di merci pericolose e infortunio del macchinista

· verificate le procedure per gli interventi di emergenza

· propedeutica all’attivazione del secondo binario della galleria

Verificate, in un caso di emergenza, l’efficacia delle procedure, dei tempi di risposta, e del coordinamento delle strutture sul territorio, mettendo in pratica l’addestramento periodico del personale ferroviario, degli Enti e delle Istituzioni coinvolti nelle operazioni di soccorso.

L’esercitazione, organizzata dal Gruppo FS Italiane coordinata dalla Prefettura di Genova con la direzione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Genova, rientra tra le iniziative programmate e concordate con il Soccorso Sanitario per monitorare il coordinamento delle attività tra i soggetti coinvolti: Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il numero unico 112 di Regione Liguria, Soccorso Sanitario 118, Protezione Civile Regionale, la Questura di Genova, Compartimento Polizia Ferroviaria Liguria, Comando di Genova dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, il Comune di Genova, Croce Rossa e Pubblica Assistenza, Croce Azzurra di Borzoli, Croce Rosa Rivarolo, l’ASL3, l’ARPAL, e, per il Gruppo FS Italiane le società Rete Ferroviaria Italiana e Mercitalia Rail.

SCENARIO

L’esercitazione si è svolta nella galleria “Doria Monte Gazzo Fossa dei Lupi”, della bretella di Voltri nel nodo di Genova.

Simulato lo svio di un treno merci composto da sei carri contenenti sostanze pericolose. Dopo l’arresto del treno, il macchinista provvede a diramare subito l’allarme con chiamata di emergenza e scendendo dalla locomotiva cade e si provoca una probabile frattura ad un arto inferiore. Il secondo macchinista presta le prime cure al collega e, percependo un forte sibilo proveniente da un carro posto al centro del treno, si allontana dal locomotore dirigendosi verso i carri.

Nessuna ripercussione sulla circolazione ferroviaria.

MOTIVAZIONI

Le attività sono previste anche dalla convenzione tra il Gruppo FS, Protezione Civile della Regione Liguria e il protocollo con il 118 tramite la quale Rete Ferroviaria Italiana mette a disposizione le coordinate dei punti di accesso alla linea allo scopo di migliorare la rapidità di intervento, gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente.

L’esercitazione di oggi è finalizzata anche all’attivazione del secondo binario della Galleria e la sua apertura al trasporto di merci pericolose, legata al complesso sistema di lavori in corso nel Nodo di Genova e Terzo Valico dei Giovi.

Tutte le operazioni si sono svolte secondo le modalità programmate, in conformità con le normative vigenti in materia di prevenzione sanitaria.

OBIETTIVI

Obiettivo principale dell’esercitazione è testare il Piano di emergenza e soccorso, verificando l’efficacia del coordinamento, i sistemi di comunicazione forniti da RFI sia all’interno che all’esterno della galleria. Verificati, inoltre, il flusso informativo, in particolare quello relativo alla messa in sicurezza dell’infrastruttura, e i tempi di allertamento delle strutture esterne di soccorso con le tempistiche delle squadre di intervento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: