Bitume fresato nella zona di Forte Tenaglia, denuncia e maxi sanzione della PL al responsabile di un’azienda edile

Le indagini del nucleo Ambiente del reparto Sicurezza Urbana hanno condotto al titolare di un’azienda specializzata in lavori stradali che ha operato nelle settimane scorse in via San Bartolomeo del Fossato

In un’area di via al Forte Tenaglia è stata segnalata da alcuni cittadini, il 1º maggio scorso, la presenza di cumuli di bitume fresato abbandonati al suolo. Ieri, dopo qualche giorno di indagini, gli uomini del nucleo Ambiente del reparto Sicurezza Urbana della Polizia locale hanno individuato il responsabile. Si tratta del titolare di un’azienda specializzata in lavori stradali che ha operato nelle settimane scorse in via San Bartolomeo del Fossato, non distante dal luogo dell’abbandono avvenuto nella propaggine di ponente del parco del Righi, vicino al cimitero della Castagna e a Forte Tenaglia. 
Il personale del reparto ha colto tre operai che stavano caricando su un autocarro parte del bitume precedentemente abbandonato, presumibilmente per procedere allo smaltimento. La restante parte del materiale era destinata, invece, ad essere spianata per colmare in maniera non congrua e senza alcuna autorizzazione le buche della strada sterrata che porta a un’area attualmente in uso all’azienda.
Il titolare dell’impresa sarà denunciato a norma di Codice dell’ambiente che punisce con la pena dell’arresto da tre mesi a due anni o con l’ammenda da duemilaseicento euro a ventiseimila euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: