Sede Unige occupata, “Siamo futuro”: «Riaprire in sicurezza, ma non con azioni sovversive in stile ’68»

L’associazione studentesca: «A seguito della notizia dell’occupazione del Dipartimento di Scienze della Formazione da parte del collettivo “Come studio?” abbiamo ritenuto doveroso esprimere il pieno sostengo all’Università, ai professori e al Rettore, che in questo periodo di grande crisi deve affrontare anche azioni di questo genere»

«Però – proseguono a “Siamo Futuro” – non possiamo rimanere inermi di fronte a ciò che sta succedendo, come “Siamo Futuro”, come studenti Unige, ma, sopratutto, come ragazzi che tutti i giorni vivono in prima persona queste criticità, ci stiamo attivando per aprire un tavolo di confronto con gli organi competenti e, sopratutto, nelle sedi opportune; il nostro obiettivo è quello a cui tutti ambiscono: riaprire in sicurezza, ma questo non deve essere perseguito con azioni sovversive in stile ‘68».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: