Riaperture anticipate al 26 aprile. Draghi: «Rischio calcolato»

«Rischio ragionato perché si basa su dati in miglioramento». Anticipata la reintroduzione della zona gialla per le regioni che ne hanno le caratteristiche. Precedenza alle attività all’aria aperta. Ristorazione a pranzo e a cena (all’aperto), scuole tutte in presenza. Dopo le dichiarazioni del premier borsa subito in rialzo

Consentiti gli spostamenti tra regioni gialle e poi, con un pass, tra regioni di colore diverso

[continua sotto]

«Non credo che non sia stata data evidenza scientifica alla base dei provvedimenti – ha detto il presidente del consiglio nel corso di una conferenza stampa, questo pomeriggio -. La decisione sulle aperture all’aperto sono basate su evidenze scientifiche, come quella di posporre il richiamo di alcuni vaccini. Mi pare si dia conto della base scientifica delle decisioni prese. I distanziamenti, ad esempio: se passo l’intera serata in ambiente chiuso a cinquanta centimetri da chi mi sta vicino a tavola, probabilmente mi contagio. Non sono decisioni prese così, per vedere l’effetto che fa…».
La condizione è l’osservazione stretta delle regole di prevenzione «non solo per il bene dell’attività economiche, ma anche per la nostra vita sociale».

[sotto: il video della conferenza stampa]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: