Nuovo sito e card h24 per i musei di Genova

L’obiettivo: mostrare a tutto il mondo lo straordinario patrimonio culturale e artistico custodito nei musei di Genova attraverso una ricca offerta virtuale di fotografie, approfondimenti e schede informative in italiano e in inglese, e sfruttare le opportunità legate alla digitalizzazione e alle nuove tecnologie per consentire di visitare tutti i monumenti, compresi gli spazi solitamente non accessibili

Un design moderno e intuitivo, più foto e informazioni, accessibilità smart ai luoghi più esclusivi: così cambia il modo di visitare i beni culturali genovesi

Da oggi è online museidigenova.it, il nuovo sito internet dei musei della città che si presenta con una nuova e accattivante veste grafica, progettata per accompagnare chi guarda, genovesi e non, in un emozionante ed esclusivo tour alla scoperta delle meraviglie dei musei di Genova, che i visitatori potranno vedere con i loro occhi quando i musei verranno riaperti al pubblico dopo la chiusura forzata dovuta alla pandemia, ma anche un segnale dell’amministrazione, all’insegna dello slogan #laculturanonsiferma.

Nell’occasione viene proposta la nuova Genova Museum Card 24 h, un biglietto nominativo acquistabile online dal nuovo sito dei musei e in biglietteria, che costa solo 15 euro e consente la visita in tutti i 28 musei che aderiscono all’iniziativa, nell’arco di 24 ore dal primo ingresso.

Il nuovo sito web include anche le realtà di gestione e proprietà non comunale e mira ad accreditare Genova come “città di musei”. Questi sono complessivamente 33, tra civici, statali e privati, e sono suddivisi in cinque categorie: musei d’arte, musei di culture del mondo, musei di natura, scienza e navigazione, musei di storia e memoria e archivi, musei di musica e spettacolo, di cui 5 sono siti Patrimonio Unesco, 17 sono location esclusive, 8 hanno panorami mozzafiato, 9 sono immersi nel verde e 8 sono definiti “dimore museo”.

Il nuovo sito si apre con una carrellata di immagini ad alto contenuto emozionale, inserite in una galleria a scorrimento veloce pensata per dare un’idea immediata dell’incredibile offerta museale disponibile a Genova tra dipinti, sculture, palazzi storici, monumenti, parchi.

Tutti i musei, distribuiti in un raggio di appena 10 chilometri, sono contrassegnati da un’immagine interattiva che rimanda a una sottopagina contenente uno slider di fotografie in alta risoluzione, una dettagliata scheda informativa e una nuova sezione, Le 10 Meraviglie, che illustra i 10 pezzi forti di ogni museo con foto, nota sull’autore o manifattura, epoca e descrizione delle sue peculiarità storiche e artistiche.

Il design intuitivo delle sottopagine consente di accedere in maniera facile e veloce alle informazioni disponibili per ogni museo: sito internet, mostre ed eventi, archivio e biblioteca, servizi educativi, staff e servizi. Nella parte inferiore di ogni sottopagina, invece, trovano posto una mappa per localizzare il museo, i pulsanti social (Facebook, Instagram, Tripadvisor) e un banner con i link all’elenco dei musei, biglietti e card, mostre, eventi, archivi e centri di documentazione.

Non mancano naturalmente le informazioni su orari e biglietti, accessibilità per i disabili e l’offerta di card turistiche legate al Genova City Pass oltre alla Genova Museum Card 24 h. A queste informazioni si accede attraverso icone, in evidenza sulle pagine principali.

Il nuovo sito è concepito come uno spazio dinamico, che sarà aggiornato periodicamente in base alle iniziative in programma e arricchito via via di nuovi contenuti fra testi, immagini e filmati. Sono già state inserite, ma verranno via via implementate con aggiornamenti continui, le pagine corrispondenti ai 3 musei di prossima apertura: il Museo della Città nella Loggia della Mercanzia di piazza Banchi, il MEI (Museo nazionale dell’Emigrazione Italiana), allestito alla Commenda di Prè e la Casa dei Cantautori presso l’Abbazia di San Giuliano.

Incoraggiare residenti e turisti a visitare di persona i musei di Genova non è l’unico obiettivo dell’amministrazione, che con questo nuovo spazio web vuole garantire a tutti la possibilità di accedere all’intero patrimonio culturale della città con un semplice clic, in ogni momento e da ogni parte del mondo.

A questo scopo, in linea con le azioni intraprese lo scorso anno con i video sui Palazzi dei Rolli e le relative Chiese, anche nelle aree normalmente chiuse al pubblico saranno realizzati tour virtuali sulle gallerie d’arte e i monumenti: una modalità smart di visita ai musei, che sta prendendo campo nelle principali città d’arte del mondo e che incontra i gusti e le esigenze di tutte le categorie di utenti.

Con lo sviluppo del nuovo sito dei musei si è provveduto anche al restyling del logo Musei di Genova, che diventa essenziale e contemporaneo senza tuttavia perdere in riconoscibilità. Al restyling del logo si è affiancato lo sviluppo della grafica coordinata per i canali social Facebook e Instagram @museidigenova, che va a rafforzare in modo efficace l’identità del brand Museidigenova.

[continua sotto]

«A Genova la cultura non si ferma mai, neppure in questo periodo di emergenza sanitaria. Il lancio del nuovo sito dei musei, che ha richiesto uno straordinario lavoro di ricerca e documentazione, per il quale ringrazio gli uffici dell’assessorato alla cultura, risponde a una doppia esigenza – spiega l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso – La prima è valorizzare e affermare l’immagine di Genova come capitale dei musei e della cultura, rendendo sempre più attrattiva l’offerta museale della nostra città, unica al mondo per la varietà e la ricchezza dei beni culturali e artistici e per la loro concentrazione in uno spazio fisico così ristretto. L’altra esigenza è quella di portare i capolavori del nostro patrimonio museale nelle case dei genovesi e delle persone di tutto il mondo, che utilizzando gli strumenti offerti dalla rivoluzione digitale, in particolare l’alta velocità di connessione del 5G, potranno scoprire e riscoprire la grande bellezza e l’immensa ricchezza dei nostri tesori».

«Non si tratta di un semplice restyling del vecchio sito – precisa Anna Orlando, advisor per Arte e Patrimonio culturale del Comune di Genova – né del mero aggiornamento tecnico e tecnologico per un sito che sia responsive. Né solo dell’implemento dei contenuti per offrire circa 300 schede di capolavori e altrettanti tra focus e percorsi tematici. La novità non è solo l’apertura alle realtà non comunali, private o statali che siano. L’intervento dell’amministrazione e del grande team di professionisti da me coordinato che ha contribuito a questo risultato, è strategico. Il sito è uno strumento utile a rendere evidente il nostro patrimonio culturale e la sua specificità tipologica, che è unica al mondo per varietà di materiali, trasversalità cronologica e per l’eccezionalità delle singole location. Questa consapevolezza, che oggi hanno in pochi, dovrà essere condivisa e comunicata con più forza. Il web, le immagini accattivanti della campagna fotografica realizzata ad hoc, la concezione di un prodotto accessibile a tutti i tipi di disabilità, sono elementi che ci aiuteranno in questa mission in cui crediamo fermamente per la massima valorizzazione culturale della città a 360 gradi e in tutto il mondo».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: