Minaccia col coltello la moglie che gli impedisce di videochiamare l’amante

Quando la moglie gli ha impedito di videochiamare l’amante in sua presenza, lui ha iniziato ad urlare ed insultarla, ha minacciato i figli di lei, che si erano interposti per difenderla, infine è andato a prendere un coltello da cucina per aggredire la donna che è fuggita sul pianerottolo. L’uomo, un 38enne, è stato denunciato dalla Polizia di Stato

La Polizia di Stato di Genova ha denunciato un ecuadoriano di 38 anni per maltrattamenti familiari.

La volante del Commissariato di Rapallo è intervenuta ieri sera a seguito della telefonata di un ragazzo che diceva che il compagno della madre, al culmine di una lite, l’aveva minacciata con un coltello.

Giunti sul posto gli agenti hanno ascoltato le testimonianze della donna e dei figli dalle quali si è capito che la situazione di tensione in casa dura da diverso tempo, cioè da quando dopo una vacanza in Ecuador, il marito aveva cominciato una relazione a distanza con una giovane connazionale. Da allora l’uomo iniziato ad ubriacarsi e a litigare con la moglie per questioni di gelosia. In un’occasione l’aveva colpita alla schiena con un pugno, mentre lo scorso marzo le aveva stretto le mani attorno al collo, ma lei non aveva mai sporto denuncia sperando che il marito cambiasse.

Ieri sera l’uomo si è presentato di nuovo ubriaco e quando la moglie gli ha impedito di videochiamare l’amante in sua presenza, lui ha iniziato ad urlare ed insultarla, ha minacciato i figli di lei, che si erano interposti per difenderla, infine è andato a prendere un coltello da cucina per aggredire la donna che è fuggita sul pianerottolo.

Il 38enne è stato denunciato e ha lasciato spontaneamente la casa coniugale consegnando le chiavi alla moglie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: