I fieristi raccolgono 300 uova di Pasqua per i piccoli pazienti del Gaslini

Dall’idea di Sofia, una bimba di Torino, l’iniziativa si è diramata in diverse regioni. In Liguria la testimonial è stata Alessia, adolescente in cura da tempo nell’istituto pediatrico di Sturla

Sofia è una bimba di Torino che nei mesi passati si è trovata costretta ad un ricovero presso l’ospedale Regina Margherita. È lì che ha maturato l’idea di addolcire la Pasqua ai bimbi costretti al ricovero. Dopo un tam tam sui social, l’appello è stato raccolto dall’associazione Afi (fieristi italiani) che lo ha esteso a tutte le sedi sul territorio, compresa quella ligure. Sono stati aperti tre punti di raccolta, a Genova, Arenzano e Arma di Taggia. La grande solidarietà ligure ha portato alla raccolta di oltre 300 uova pasquali che giovedì scorso sono state consegnate all’ospedale Gaslini. Ha partecipato anche Alessia, adolescente di Arenzano da anni in cura proprio presso l’istituto pediatrico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: