96enne genovese muore e lascia 25 milioni di euro in eredità

Edmonda Marisa Cavanna è scomparsa il 9 dicembre scorso. Prima di andare in pensione aveva fatto la professoressa. Nessuno poteva presagire che la sua eredità fosse così ricca. È andata a 16 enti, tra cui Gaslini e Galliera

La donna, quando ha sentito di essere giunta al termine della sua lunga vita, ha organizzato tutto. Ha scritto persino il suo necrologio, pubblicato il giorno della morte sul Secolo XIX


Il giorno 9 dicembre 2020 la PROFESSORESSA E. Marisa Cavanna ci ha lasciato, con la viva speranza di raggiungere i suoi cari nella Pace di Dio.
I funerali avranno luogo sabato 12 dicembre alle ore 10 nella Chiesa Parrocchiale di Sant’Antonio di Boccadasse.
Per espressa volontà di Marisa:
“A Mirella ed alla sua famiglia l’augurio affettuoso di una vita serena.
Un grazie particolare ai medici Dott. Alessandro Perasso e Dott. Michele Garbero per tanti anni di assistenza con grande impegno professionale ed amicizia.
Grazie anche al Dott. Gino Noceti insostituibile e carissimo amico.
Agli amatissimi Gingi e Zakaria l’affettuoso saluto di nonna Marisa.
Un riconoscente abbraccio alle amiche e al personale di casa.
Un ricordo commosso alla lunga schiera degli ex allievi.


Nessuno poteva presagire che l’anziana insegnante potesse contare su un patrimonio immenso che è andato a 16 enti differenti. Tra questi anche l’ospedale pediatrico Gaslini e il Galliera, a cui è stata lasciata anche una villa. Gli ospedali non potranno usare la cifra per ampliamenti, ma solo per ricerca e per acquistare macchinari per le terapie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: