Quadro rubato nel 1994 ritrovato dai CC del Nucleo patrimonio culturale in galleria genovese

Era stato messo all’asta dopo essere sparito per diversi anni e poi tagliato in due e restaurato

La Pala d’altare era stata trafugata nel 1994 dal santuario della Madonna delle Ciliegie di Ormea, in provincia di Cuneo. L’indagine dei Carabinieri del Nucleo patrimonio culturale di Torino, coordinati dalla Procura di Genova, ha portato ad identificare la tela, di cui è stata salvata e restaurata la parte inferiore che era finita in una galleria d’arte genovese. Proprio la galleria l’aveva messa all’asta nel suo formato “ridotto”: l’opera originale era alta circa 3 metri. Attraverso la banca dati dei beni illecitamente sottratti (capace di riconoscere anche una sola parte delle opere rubate), i militari dell’Arma specializzati in questo tipo di indagine, hanno riconosciuto l’opera di autore ignoto tra ‘7 e ‘800 che era stata rubata quasi 30 anni fa e poi era sparita, nascosta in una cantina della nostra zona da cui era uscita nel 2001, quando era stata portata al restauro presso un professionista piemontese. Nel 2007 era tornata in Liguria ed era stata affidata alla galleria che l’aveva venduta a un compratore stranieri. Le indagini dei carabinieri hanno portato alla denuncia di un 81enne genovese pregiudicato accusato di ricettazione.

In copertina: la pala d’altare quando era ancora al suo posto in una foto di Roberto Sappa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: