Domani “facilitatori” per convincere gli studenti a salire sui bus dedicati

Primo giorno di scuola in presenza al 50% alle superiori: il sindaco Marco Bucci: <Garantite 426 corse su 12 percorsi a Genova e 126 corse aggiuntive nel territorio metropolitano>. Problemi per una sola navetta per il secondo turno dell’istituto “Primo Levi” di Borgo Fornari. L’assessore Cavo: <Errore umano e non di programmazione, domani ci sarà>

<Per il servizio urbano sono state garantire 426 corse su 12 percorsi. Il servizio urbano è stato intensificato anche nelle fasce orarie morbide, quelle non ad alta frequenza di studenti, con 29 bus aggiuntivi e con un treno in più per la metropolitana dalle 7 alle 13:30 – ha detto il Sindaco -. Sulla città sono state garantite da Amt/Atp 126 corse aggiuntive riservate agli studenti. Inoltre è stato garantito alle fermate un presidio da parte della Protezione Civile e dal personale Amt: 70 persone alle fermate per informare gli studenti e gestire il servizio>.
<È stato segnalato che gli studenti, invece che prendere lo Scuolabus, andavano sul bus normale – ha continuato Bucci -. Si può capire che non tutti sapessero la novità: dobbiamo fare uno sforzo in più per l’informazione soprattutto da parte delle scuole. Domano i volontari non solo inviteranno, ma aiuteranno i ragazzi a salire sullo scuolabus. Nel giro di 2 o 3 giorni tutto andrà a regime e non vedo criticità. Il servizio è partito senza alcuna problematica logistica il che vuole dare che hanno fatti un bel lavoro sia per Genova sia per la Città metropolitana>.

<Abbiamo verificato fin dalla prima mattina i flussi e la situazione sia sui mezzi pubblici sia all’esterno che all’interno degli istituti. Non sono state segnalate situazioni di criticità, né sul fronte delle aziende dei trasporti (che hanno attivato mezzi aggiuntivi) né sul fronte delle scuole, che per la prima volta hanno attivato la doppia fascia di ingresso – dichiarano gli assessori regionali alla Scuola e ai trasporti, rispettivamente Ilaria Cavo e Gianni Berrino -. C’è stato un grande sforzo da parte di tutti: docenti, dirigenti scolastici, aziende pubbliche e private dei trasporti, forze dell’ordine, volontari della protezione civile e soprattutto degli studenti. Continueremo a monitorare anche nel corso dei prossimi giorni, a disposizione dei tavoli dei prefetti nel caso in cui dovessero emergere piccoli correttivi da mettere a punto, come già abbiamo già fatto oggi>.

<Rispetto ai 280 mezzi aggiuntivi attivati (per un totale di oltre 2 milioni di chilometri da qui a fine anno scolastico) gli unici problemi segnalati riguardano il caso di alcuni alunni delle frazioni Artallo e Sant’Agata, nell’imperiese, rimasti a casa in Dad perché non avevano il servizio di rientro da Imperia verso le frazioni e un caso in provincia di Genova – dicono gli assessori -. Il primo non è stato posto all’attenzione del tavolo prefettizio, ma gli assessorati, venuti a conoscenza oggi della situazione, si sono prontamente attivati, con la collaborazione del Provveditorato agli studi e di tutti gli attori del Tpl e del tavolo, in modo che, già da domani, sia garantito il proseguimento della corsa di linea delle ore 15 da Imperia (piazza Dante) fino alla frazione di Artallo – continuano gli assessori -. Da dopodomani invece verrà istituita una corsa aggiuntiva in partenza alle 15.15 da Porto Maurizio, con fermata alle 15.25 a Imperia (piazza Dante) per raccogliere all’uscita sia gli studenti del liceo Scientifico Vieusseux sia del liceo Artistico Amoretti per riportarli a Pieve di Teco. In provincia di Genova, per un errore umano e non di programmazione, è saltata invece la navetta dedicata agli studenti programmata alle 9 da Pontedecimo verso Borgo Fornari per coprire la seconda fascia oraria di ingresso degli studenti del Primo Levi. Da domani sarà garantita e raddoppiata con due mezzi alla stessa ora>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: