Solo un locale genovese aderisce a #ioapro. Flop a Genova della protesta contro la prevenzione Covid

Controllati anche gli altri locali che avevano dichiarato sui social l’adesione alla manifestazione sostenuta anche da Matteo Salvini e da cui le associazioni di categoria si erano dissociate avvertendo che poteva diventare un pericoloso boomerang per le imprese. Erano, però, tutti chiusi. Soltanto il wine bar “Tannina” di corso Torino ha aperto ed è stato sanzionato dalla Polizia di Stato e chiuso per 5 giorni

Gli altri locali che avevano dichiarato sui social che avrebbero aperto sono stati controllati dalla Polizia locale e dai Carabinieri, ma erano regolarmente chiusi. Presso il wine bar “Tannina”, recita la cronaca ufficiale, c’erano 4 persone all’interno, delle quali due sedute, tutte sanzionate. Secondo i clienti “rivoltosi della forchetta” a partecipare erano in molti di più, tra cui alcuni con bimbi. Comunque il locale è stato sanzionato e sgomberato oltre che chiuso per 5 giorni come è previsto dalle normative. Sulla propria pagina Facebook, “Tannina” promuove anche aperitivi 3×2, circostanza vietata dal regolamento comunale per prevenire l’abuso di alcol.

Il dato è il clamoroso fallimento di una protesta che ha volutamente sfidato le regole di prevenzione del Covid, decise per limitare il contagio.
Il resto della categoria, invece, chiede a gran voce ristori adeguati per evitare la chiusura delle aziende, ritenendo che sia necessario arrivare al più presto all’esaurimento della pandemia per poter tornare a lavorare serenamente, ma allo stesso tempo che i ristori previsti dal Governo siano assolutamente insufficienti a far sopravvivere le imprese e a mantenere i posti di lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: