Zinkal, continua il lavoro dei Vvf dopo l’esplosione e l’incendio di ieri – VIDEO

Secondo Arpal non c’è stato inquinamento. L’incendio di un camion all’interno si è propagato ad altri mezzi, ad alcune strutture non produttive e a un bombolone Gpl che è esploso. Il boato è stato sentito a molti chilometri di distanza

I Vigili del fuoco hanno completamente spento l’incendio, lavorando tutta la notte e ora si stanno assicurando che lo stabilimento produttivo sia in sicurezza.

Dopo il presidio, durato appunto tutta la notte, proseguono nella giornata odierna le operazioni di bonifica del capannone coinvolto nell’incendio nella giornata di ieri. I Vvf stanno verificando le condizioni di rischio strutturale per le strutture vicine.

Ancora alla ribalta della cronaca l’azienda fortemente criticata dagli abitanti della Val Cerusa. La Zinkal, nel giugno scorso, è stata assolta dal Tribunale dall’accusa di traffico illecito di rifiuti e illecito arricchimento formulata dall’Arpal e dal Noe dei Carabinieri, in cui era stato coinvolto anche un tecnico della città metropolitana, anch’esso assolto.
Gli uomini del reparto Ambiente della Polizia locale continuano ad indagare per stabilire se corrispondano a verità i timori e le ripetute e continue segnalazioni degli abitanti della zona che temono che la fabbrica possa inquinare.

La Fonderia S. Erasmo Zinkal S.R.L. è stata fondata agli inizi degli anni sessanta. Oggi è leader del mercato italiano ed esporta anche all’estero. Ha sedi commerciali in Germania, Tunisia e Turchia e vende in tutta Europa, in Africa e in Australia. Produce zama 15, 12, 13, e KS e recentemente di una nuova tipologia denominata “zamaksave, particolarmente economica. La zama (o zamak) è una lega di zinco unita a piccole percentuali di alluminio, magnesio e rame.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: