Irregolare, fa registrare in hotel un amico al suo posto e finisce denunciato per spaccio

La Polizia è intervenuta perché l’ospite dell’albergo di via Prè, registrato come d’obbligo di legge, aveva a suo carico un divieto di ritorno a Genova. Ma quando gli agenti sono arrivati in camera hanno trovato un’altra persona e dello stupefacente

In tarda serata, infine, i poliziotti del Commissariato Centro hanno segnalato un 31enne tunisino per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dell’illecito commercio, nonché per sostituzione di persona.
A far scattare l’intervento della Polizia il sistema “Allertallo” della centrale operativa dopo che un albergatore di via Prè aveva inserito sull’apposito portale le generalità di un ospite, presentatosi poco prima con cappuccio e mascherina, risultato colpito dalla misura del divieto di ritorno nella città di Genova. Gli agenti hanno subito raggiunto la camera noleggiata trovando all’interno un uomo che armeggiava su un tavolino con 1 involucro e una bustina in cellophane contenenti cannabis per un peso complessivo di 4,15 grammi. Invitato a mostrare un documento ha dichiarato di esserne sprovvisto, fato che ha insospettito gli operatori, Dai successivi controlli è emerso che il 31enne si era introdotto nella camera dopo che il connazionale, regolarmente soggiornante, si era registrato alla reception e si era allontanato consegnandogli le chiavi. Evidentemente non era al corrente che l’uomo era stato colpito dal divieto di ritorno nel Comune di Genova

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: