Regole più rispettate di ieri e strade vuote complice il tempo nuvoloso

Ieri 69 sanzioni (di cui solo una ad attività economica): 29 in centro storico e 40 nel resto della città. Cala la pressione sui pronto soccorso, secondo noi la vera cartina di Tornasole della pandemia. Ancora tanti accessi, ma meno della metà di quanti fossero all’inizio della settimana

Di tamponi ne puoi fare di più o di meno, gli ospedalizzati si possono far calare mandando a casa tutti quelli che è possibile non tenere nei reparti, ma la condizione dei pronto soccorso non è variabile né interpretabile.

Visti così, gli accessi sembrano (e sono) ancora tanti, però fate conto che all’inizio della settimana c’erano, contemporaneamente, anche 180 persone al San Martino e 70 al Galliera, code anche allo Scassi più anche 120 persone in Obi (osservatorio breve).

Rispetto a ieri i genovesi sembrano aver fatto meno orecchie da mercante rispetto alle regole. Probabilmente anche le sanzioni del sabato, insieme alle condizioni del tempo non ottimali, hanno fatto il miracolo. Le strade sono state sorvegliate da Polizia locale, Protezione civile, associazioni di Polizia e Carabinieri.

Sopra: la situazione oggi in via XX Settembre, corso Italia, via Sestri, le zone di solito maggiormente frequentate la domenica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: