La Ferrari blocca il traffico in via Turati, la foto diventa virale

Pierpaolo Cozzolino, titolare del locale Kovalski di via Giustiniani, posta la foto sui social <Tutti bloccati qui per il menefreghismo altezzoso di un giovane abbiente. Una metafora su strada della nostra società>

<Via Turati, adesso. Traffico paralizzato da una Ferrari in seconda fila. Oltre a me c’erano presenti una postina, qualche ragazzo dal magreb e una meravigliosa selezione di anziani genovesi dalla battuta facile. Tutti bloccati qui per il menefreghismo altezzoso di un giovane abbiente. Una metafora su strada della nostra società. Com’è la storia della patrimoniale? Ora scusate, devo andare a far due consegne che mi vien tardi…> scrive così Cozzolino sulla sua pagina Facebook, a commento della foto della Ferrari che blocca il traffico, che tanto la sanzione per divieto di sosta costa poco, morto meno di un pieno di benzina. In realtà, il Paperone automobilistico rischia la denuncia penale per interruzione di pubblico servizio, visto che l’auto blocca il percorso del bus della linea 13.

In realtà, il blocco di via Turati è frequentissimo: avviene di giorno e di notte diverse volte la settimana. Chissà dove era andato il proprietario della Ferrari e se ha pensato che un’Ape Car o un semplice motorino avrebbe anche potuto rigarla. Vero è quel che scrive Cozzolino: la prepotenza è spesso supportata dal denaro e che più ha più si può permettere, anche in negativo. Ma in via Turati la lista dei maleducati ed egoisti è lunga e marche e modelli dei veicoli che portano intralcio sono un catalogo quasi infinito. A farne le spese sono gli utenti dei mezzi pubblici e gli automobilisti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: