Omofobia, infermiera 23enne minacciata perché vive con la compagna

Le hanno anche tagliato le gomme e staccato gli specchietti dell’auto. Ma Camilla Cannoni non ci sta: denuncia alla polizia minacce e danneggiamento e rende pubblici gli atti omofobi che è costretta a subire. Liguria Pride: <Il Papa ha dato un segnale, la Chiesa genovese esprima solidarietà>

Camilla nel video che è diventato virale: mostra i danni all’auto con cui raggiunge il lavoro tutti i giorni e chiama la comunità Lgbt: <Vogliamo fare qualcosa per i nostri diritti?>

<Proprio mentre in parlamento lega e fratelli d’Italia si stanno dannando in tutti i modi per contrastare il ddl Zan – dicono al Liguria Pride -, le violenze omofobe continuano, la più recente nella nostra città. Camilla ha denunciato, ma le sembra tutto inutile. È la solitudine e il combattere con i mulini a vento che erodono fiducia negli altri e in sé. Per questo vogliamo innanzitutto esprimere la nostra solidarietà e sollecitiamo la città a fare lo stesso. Cittadini e cittadine, ma anche istituzioni dovrebbero essere al fianco di Camilla e di tutte le persone lgbti che oggi si sentono doppiamente vittime, degli intolleranti e della politica negazionista e ipocrita. Il Papa pare abbia dato un segnale di apertura: che la chiesa sia coerente e esprima solidarietà. Invitiamo anche il municipio interessato e il comune a fare azioni di sensibilizzazione affinché omolesbotransfobi vengano azzittiti e indicati come il male o come le merde che sono>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: