Prova a strangolare la moglie con un filo elettrico, arrestato per tentato omicidio

La donna è riuscita a convincere l’uomo, con le ultime forze che aveva, a farsi portare all’ospedale e, una volta in ambulanza, a fare capire ai militi che a tentare di ucciderla era stato proprio il marito

È successo giovedì scorso in Valpolcevera. La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un cittadino albanese di 47 anni per il reato di tentato omicidio pluriaggravato nei confronti della moglie, una cittadina italiana di 41 anni.
Da anni la coppia non va più d’accordo perché il marito è ossessionato dalla gelosia tanto che sono in fase di separazione. Entrambi però lavorano nella stessa ditta e l’uomo, con la scusa di farle ritirare un documento di lavoro, l’ha invitata a casa sua, ha preso un filo elettrico e ha tentato di strangolarla dopo una violenta colluttazione.
È riuscita però a calmarlo con le ultime forze convincendolo a farsi portare in ospedale con l’ambulanza, rassicurandolo che avrebbe detto di essere stata aggredita da uno sconosciuto. Nonostante la presenza dell’uomo è riuscita a far capire ai militi che l’aggressore era proprio lui.
Richiesto l’intervento della polizia, l’uomo è stato rintracciato ed arrestato dalle volanti dell’UPG all’ospedale villa scassi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: