Furti di superalcolici e abbigliamento, due arresti della Polizia di Stato

In un supermercato, la ladra ha anche aggredito il proprietario. Un ladro, alla fiumara, era riuscito a nascondere 5 paia di jeans sotto la felpa

La Polizia di Stato di Genova ha tratto in arresto una genovese 23enne per il reato di rapina. È successo sabato in via Ricasoli, alle 15:15.

La giovane dopo aver prelevato dagli scaffali 9 bottiglie di superalcolici, occulatandole all’interno di un borsone, si è diretta alle casse per pagare solo una bottiglietta d’acqua.

Il direttore del supermercato insospettito l’ha fermata per controllare il contenuto della tracolla scoprendo così il furto. Nel tentativo di guadagnarsi la fuga la 23enne ha inziato a scalciare riuscendo a colpire l’uomo ad una gamba.

All’arrivo della polizia la donna ha ammesso il furto confessando inoltre che avrebbe rivenduto le bottiglie 5 euro ognuna al suo “acquirente di fiducia”.

Tutta la merce trafugata per un valore commerciale di 86 euro è stata riconsegnata all’esercizio commerciale.

La Polzia di Stato di Genova ha arrestato alle 17:30 di sabato un calabrese di 55 anni per il reato di tentata rapina denunciandolo altresì per furto.

L’uomo, all’interno del negozio “Game 7 athletics”, dopo aver staccato le placche antitaccheggio di alcuni capi d’abbiagliamento griffati, per un valore di 338 euro, li ha nascosti sotto la sua felpa. Il responsabile del negozio, avvisato da alcuni clienti, lo ha aspettato alle barriere. Qui il ladro, conscio di essere stato scoperto, nel tentativo di guadagnarsi la fuga ha spintonato il dipendente e le guardie giurate arrivate in soccorso. Da ulteriori accertamenti i poliziotti delle volanti intervenuti hanno scoperto che l’uomo poco prima aveva tentato un altro furto nel negozio “Tally weijl” cercando di occultare 5 paia di jeans sotto la felpa. Sorpreso da una commessa dopo aver fatto scattare l’allarme aveva riconsegnato la refurtiva allontanandosi senza proferire parola.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: