Ripartita la “Route 21”, in sella alla Harley anche un genovese

Route 21 – Portofino Coast Chapter – Un’Harley-Davidson Ultra Glide 107, 28 tappe e 8 ragazzi. Tra loro Massimiliano, 34 anni, genovese affetto dalla Sindrome di Down. L’edizione 2020 sarà dedicata alla memoria di Isabella, una ragazza affetta dalla stessa malattia, deceduta a causa della Covid nei primi mesi dell’anno

È ripartita il 3 settembre la sesta edizione di Route21, giro d’Italia in Harley Davidson organizzato dall’associazione Diversa-Mente, che si propone di realizzare il sogno di ragazzi “speciali”. Quest’anno, gli otto nuovi biker si alterneranno sull’H-d di Gian Piero Papasodero. Il Portofino Coast Chapter, diretto da Stefania Conserva, ha deciso di fare la sua parte e di accogliere tra le sue fila proprio Massimiliano. Per lui, i soci del chapter tigullino hanno preparato un gilet speciale con le patch del Portofino e un casco aerografato dal socio con l’animo artistico, Zeba: entrambi saranno consegnati a Massi venerdì 11 settembre a Savona. Lì comincerà la tre giorni ligure di Route21 e da lì a Sestri Levante, dove ha sede la concessionaria H-d di Marco Ivaldi, dealer di riferimento del Portofino Coast Chapter, Massimiliano avrà modo di cavalcare un’Harley-Davidson indossando i colori del Portofino Coast Chapter. Tre giorni in viaggio, tre giorni di libertà, tre giorni da sogno. La sera di domenica 13 settembre, infine, la cerimonia di benvenuto nel Chapter a Massimiliano nella sede del Portofino, ovviamente nel rispetto delle normative anticontagio.

Il Municipio Centro Est ha organizzato un banchetto con focaccia per l’arrivo dei bikers a Genova, in piazza Caricamento. Appuntamento sabato 12 settembre intorno alle 10.30/11.00. Sarà presente anche una rappresentanza dell’associazione CEPIM – Centro Italiano Down Onlus di Genova.

<L’impegno sociale è sempre stato una mia prerogativa – dice Papasodero -Ho sempre messo a disposizione delle persone diversamente fortunate rispetto a me tutta la mia disponibilità, Route21 si propone di far conoscere 6 splendide persone nate con un cromosoma birichino, che tuttavia non impedirà a loro di vivere una vita cosiddetta normale. Io sarò la voce narrante di questo viaggio, la guida che farà diventare questi magnifici 6 , 6 magnifici bikers. Viaggeremo per tutta Italia, andremo in strutture che ospitano disabili e faremo del volontariato in cambio di un pasto e di un letto. Trasformeremo strade e autostrade italiane nel mito della Route 66, la mother road di chi come noi ama quelle moto dal sapore americano>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: