Omicidio di via Garrone, arrestato uno dei figli della vittima

I poliziotti hanno trovato il corpo di Pasquale Scalamandré ormai privo di vita e il figlio piccolo Simone, 20 anni, che consolava il fratello Alessio, 28. Era stato quest’ultimo a chiamare il 112 confessando l’omicidio. Il padre aveva il divieto di avvicinamento ai figli. I due ragazzi erano abbracciati e tremanti

Alessio Scalamandrè è stato arrestato per omicidio aggravato dal vincolo di parentela e dall’impiego di un’arma impropria, in concorso con il fratello minore, denunciato in stato di libertà.

A richiedere l’intervento, all’incirca alle 19.35, era stato proprio il 28enne. Ha dichiarato all’operatore di aver colpito il padre presentatosi al loro domicilio contravvenendo alle misure di allontanamento dalla casa famigliare e divieto d’avvicinamento a cui era sottoposto a seguito di una denuncia per maltrattamenti presentata dalla moglie e dai figli

I ragazzi hanno dichiarato che il padre si è presentato per convincerli a ritirare la denuncia, ma i toni si sono subito accesi degenerando in una lite animata. Nell’appartamento erano evidenti i segni della collutazione. Il cadavere è stato rinvenuto nell’ingresso e accanto a lui è stato rinvenuto un mattarello e un cacciavite sporchi di sangue, presumibilmente utilizzati per commettere l’omicidio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: