Dal 1º agosto riaprono Palazzo Bianco (per intero) e Palazzo Tursi

Il percorso sarò accessibile per intero e offre anche un percorso rinnovato che comprende anche una preziosa selezione dei capolavori di Palazzo Rosso

Dal 1º agosto riapre tutto il percorso da Palazzo Bianco a Palazzo Tursi, per un totale di 35 sale espositive. Un viaggio attraverso i capolavori di Caravaggio, Dürer, Van Dyck, Rubens, Canova, Guercino, Reni, David, Memling, Strozzi, Grechetto, Vouet, Veronese e molti altri che si conclude a Tursi con il Violino di Paganini.

Palazzo Bianco riapre al pubblico, con un percorso rinnovato che comprende anche una preziosa selezione dei capolavori di Palazzo Rosso.
E’ un percorso attraverso la ricchezza del nostro patrimonio, per riscoprire nelle raccolte d’arte la storia del collezionismo genovese e le vicende di commissione e provenienza di tutti i capolavori che il potere e il gusto dell’aristocrazia cittadina seppero riunire nelle sale dei propri palazzi tra XVI e XVII secolo.
Si potranno riammirare i dipinti di scuola genovese di Cinquecento e primo Seicentoi capolavori di Palazzo Rosso, allestiti nelle sale ‘mostre’ prospicienti il bel giardino del museo, e le importanti opere di scuola veneta del Cinquecento delle nostre raccolte. Concludono la visita il celebre Ecce Homo di Caravaggio e le opere dei pittori che a lui si ispirarono a inizio Seicento.

Il percorso di visita è a senso unico e circolare.

I visitatori  possono accedere al Museo nel rispetto del distanziamento sociale, fatto salvo per i nuclei familiari con figli minori che possono accedere insieme. 

Per l’ingresso al Museo il visitatore: 

  1. dovrà indossare la mascherina
  2. igienizzarsi le mani
  3. effettuare il controllo della temperatura corporea: all’ingresso della museo della è stata predisposta una postazione attrezzata per la misurazione della temperatura corporea secondo le modalità indicate dal personale: non potranno accedere al museo le persone con temperatura corporea superiore a 37.5°C
  4. seguire le regole del distanziamento sociale e le indicazioni riportate nella cartellonistica

Per motivi di sicurezza è momentaneamente interdetto l’uso del guardaroba ed è momentaneamente sospeso l’utilizzo dei sussidi alla visita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: