Vittime Morandi: «Bene estromissione Benetton»

egle possetti

Possetti: <Attenzione a non far ricadere sulle spalle della collettività il ripristino della rete>. Poi aggiunge: <No a dichiarazioni urlanti, soprattutto da coloro che hanno contribuito a firmare la concessione originaria>. Il riferimento è alle dichiarazioni odierne di Salvini

<Abbiamo avuto notizia dagli organi di stampa dell’accordo in CDM questa notte in merito all’annosa questione della concessione autostradale ASPI – dice Egle Possetti, presidente Comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi -. Da parte nostra l’attesa era tanta, abbiamo ben compreso, anche dalle premesse che sono emerse in questi mesi, le grandi difficoltà tecniche, economiche e politiche che hanno circondato e circondano questa questione. Al momento prendiamo atto che l’azionista di maggioranza nell’azienda titolare di concessione, sarà estromesso e questo non può che essere di buon auspicio ed un buon inizio. Attendiamo l’evoluzione, con tutta la successiva documentazione, per poter acquisire elementi determinanti sulle specificità dell’accordo economico/tecnico. Per noi saranno fondamentali e discriminati questi punti: massima penalizzazione economica agli azionisti che dovranno cedere le loro quote; massima attenzione a non far ricadere sulle spalle della collettività il ripristino della rete autostradale degradata da anni di incuria>.

<Sarebbe molto importante e rispettoso dei nostri cari, che vennero uccisi sotto al Ponte Morandi, non dover assistere a dichiarazioni urlanti, soprattutto da coloro che hanno contribuito a firmare la concessione originaria, che è stata la madre della nostra tragedia e di tutte le difficoltà attuali – conclude Possetti -. Noi non dimentichiamo!>.
L’allusione sembra essere a Matteo Salvini, che nel 2008 votò a favore del cosiddetto “Salva Benetton”, che diede al gruppo le concessioni molto vantaggiose per Autostrade. Questa mattina ha così commentato la soluzione trovata dal Governo sulla questione concessioni: <Nessuna revoca (come promesso dai 5Stelle), tanti altri soldi pubblici spesi e, anche oggi, cantieri fermi e le solite code, in Liguria e in mezza Italia. Incapaci o complici?>. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: