Già pizzicato a rubare alla Coin, continua a razziare e finisce in galera

Sottoposto all’obbligo di firma, ha rubato un portafoglio, due telefonini, due zaini e persino una bicicletta

Questa mattina la Polizia di Stato ha arrestato in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere un 41enne originario di Imperia.

L”uomo era già sottoposto all’obbligo di dimora dal marzo scorso per un furto di quasi 500 euro commesso alla “Coin”, ma visto che né si era pentito né aveva smesso di delinquere gli è stato applicato un aggravamento di pena.

Durante gli obblighi, infatti il 41enne ha commesso altri reati rubando in distinte azioni criminose un portafoglio, due telefonini, due zaini e persino una bicicletta. La maggior parte di questi reati è stata commessa in concorso con il 46enne genovese con il quale convive, a cui è stato applicata, ieri, la misura dell’obbligo di firma

Il 41enne è stato rintracciato in centro storico dagli agenti del Commissariato Prè e condotto al carcere di Marassi.

Anche gli uomini del Commissariato San Fruttuoso hanno eseguito,ieri, un ordine di carcerazione emesso il 29 maggio scorso a carico di un sassarese di 43 anni.

L’uomo, che deve pagare 600 euro di multa e scontare due anni di pena per ricettazione, é stato associato alla casa circondariale di Marassi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: