Annunci

Lettera aperta di una “Famiglia Covid”: «Dimenticati dalla sanità ligure»

Isabella Merlo si rivolge pubblicamente all’assessore alla Salute Sonia Viale: <Ora, Lei mi dica come posso fare io ad ottenere un tampone per i miei figli? Potrei forse dirle che mio figlio grande è inserito nello spettro autistico e ha un bisogno fortissimo di stare all’aperto e sono mesi che sta chiuso in casa, oppure scongiurarla perché stiamo facendo i salti mortali lavorando da casa entrambi e ho bisogno di riavere l’aiuto della nonna che per qualche ora al giorno può occuparsi dei bambini avendo la certezza di non infettarla. Oppure… aspetti ho avuto un’idea! Se glieli porto vestiti con la maglietta del Genoa glielo fate un tampone? Perché so che ai calciatori li fate, i miei figli giocano a calcio e magari possono essere due future promesse>

L’arma del sarcasmo a fronte di quello che è stato patito da questa famiglia alle prese con la malattia, ma anche con quella che descrive come un’assistenza inconsistente. Oltre 60 giorni per ottenere i tamponi, in un primo tempo garantiti solo ai genitori e non ai bambini. Gli esami sierologici fatti in precedenza erano positivi, ma ormai tutta la famiglia è negativa (in sostanza: nel frattempo sono tutti guariti). Nei commenti al post su Facebook (pubblicato come pubblico e visibile a tutti) una serie di denunce che racconta di una certa resistenza della sanità regionale a effettuare i tamponi anche alle persone sintomatiche (d’altro canto, risulta chiaramente dai dati confrontati con quelli delle altre Regioni), ma anche una testimonianza “a favore”. Raccontateci la vostra storia nei commenti Facebook

Pubblichiamo il post di Isabella Merlo così come appare, postato in pubblico, sulla sua bacheca e i commenti delle persone che hanno vissuto storie analoghe, senza aggiungere alcuna nostra valutazione. L’unica nota che aggiungiamo è che quando parla di “Stato” è da intendersi “Servizio sanitario” che da anni non è più statale, ma regionale.


Uno solo, per adesso, il commento che invece testimonia la tempestività degli interventi

Un’altra testimonianza viene da Cristiana Lombardo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: