Rimborso abbonamenti per studenti dopo il crollo del ponte, non a tutti è arrivato

Cristina Lodi, capogruppo Pd a Tursi raccoglie le segnalazioni delle famiglie che chiedono che gli sia resa la cifra impegnata per gli abbonamenti del trasporto pubblico e presenta interrogazione in consiglio comunale

<Ho avuto segnalazioni di vario tipo che mi segnalano che a molti non è arrivato il rimborso parziale sull’importo dell’abbonamento annuale dei mezzi di trasporto per l’emergenza Ponte Morandi le cui domande sono state presentate per l’anno scolastico 2019/2020 – dice Lodi -. Il rimborso era a favore di alunni frequentanti scuole secondarie di secondo grado o percorsi di istruzione e formazione professionale per raggiungere i quali lo stesso studente doveva attraversare la zona interessata al crollo del Ponte Morandi e/o utilizzare linee di trasporto che hanno subito modifiche di percorso e/o limitazioni rispetto alla situazione ante 14 agosto 2018, e/o ha usufruito nello scorso anno scolastico del servizio MIUR “navette” gratuito S1, S2 ,S3, S4 e S6. Sto raccogliendo segnalazioni a seguito di quelle di alcune famiglie. Nel frattempo abbiamo presentato una interrogazione urgente per fare chiarezza. In un momento di difficoltà economica servono anche queste risorse alle famiglie>.
Lodi sta cercando anche di capire se a rinfondere l’abbonamento devono essere lo Stato, il Comune o direttamente le aziende di trasporto pubblico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: