Via libera dell’assessore Fassio al “Muro della Gentilezza”

L’assessore ai servizi sociali, rispondendo a un’interpellanza di Marta Brusoni (Vince Genova) in consiglio comunale, ha detto di essere favorevole all’iniziativa che in tutta Italia consente a chi vuole donare abiti usati di lasciarli in un sito dove chi ne ha bisogno possa prenderli

Fassio ha risposto a Brusoni di aver visto proprio ieri, accanto alla stazione ferroviaria di Sestri, un’iniziativa spontanea.
<Siamo tutti d’accordo, io per prima, che si tratta di iniziative lodevoli che favoriscono il riutilizzo di abiti che non mettiamo – ha detto Fassio -, in particolare le persone bisognose hanno necessità di scarpe, proprio quelle che, purtroppo, si donano meno. Sono favorevoli a fare un’iniziativa anche su base municipale. Verifichiamo la presenza di spazi opportuni e anche di organizzioni, associazioni o volontari che possano collaborare a fare in modo che l’iniziativa sia ordinata, organizzata e pulita>.

L’iniziativa spontanea nata a Sestri e in altri luoghi della città era stata smantellata nel settembre scorso su richiesta della capogruppo della Lega al Municipio VI, Teresa Lapolla.
È poi ripreso in silenzio, nonostante l’azione messa in atto, sempre in volontariato, attuando di fatto un’iniziativa che si è sviluppata in Iran, Cina, India, Svezia, allargandosi poi all’Italia e alla gran parte dei Paesi del mondo. I muri appendiabiti si diffondono a macchia d’olio. Con una sola regola, la solidarietà, e un motto che li accomuna: chi ha bisogno prende, chi non usa più, lascia.

«Sosteniamo convintamente la proposta della consigliera Brusoni per la realizzazione del “Muri della gentilezza” nel comune di Genova – commentano Sergio Gambino, consigliere comunale e Tommaso Pinazzi, consigliere delegato del Municipio Levante –  riteniamo fondamentale per una società civile sostenere ed aiutare chi ha meno fortuna degli altri. Il Comune si faccia promotore con gli uffici competenti per rendere fattibile questa iniziativa. Un motto che dovrebbe guidare l’operato degli eletti nelle istituzioni dovrebbe essere “nessuno deve rimanere indietro”. Fratelli d’Italia sarà sempre a sostegno degli ultimi e dei più bisognosi».

In copertina: uno dei muri della gentilezza presenti in altre città

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: