Annunci
Ultime notizie di cronaca

Bagnasco compie 77 anni. Potrebbe lasciare presto la guida della diocesi. Chi sarà il successore?

Si fanno i nomi del vescovo di Savona-Noli, il 64enne Calogero Marino, e (più quotato) del 54enne Vittorio Viola, francescano, “bergogliano”, vescovo di Tortona

È nato il 14 gennaio 1943 il cardinale arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco. Oggi, quindi, è il suo compleanno. E scadono i due anni di prorogatio decisi nello stesso giorno, ma del 2018, da Papa Francesco dopo che, come vogliono le regole della Chiesa, l’arcivescovo genovese (in carica dal 24 settembre 2006) aveva presentato le dimissioni al raggiungimento 75º anno di età.

Calogero Marino

Chi sarà il suo successore? Si fanno i nomi del sessantacinquenne arcivescovo di Savona e Noli, Calogero Marino, nato a Brescia, ma ligure di adozione perché a 9 anni si è trasferito nella nostra regione con i genitori. Dopo la maturità classica si è laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Genova ed è entrato poi nel seminario di Chiavari. Il 20 ottobre 2016 papa Francesco lo ha nominato vescovo di Savona-Noli.

Vittorio Viola

Ma i pronostici danno in testa Vittorio Francesco Viola, 54 anni, vescovo di Tortona, già in odor di nomina a Torino nel 2019, prima che il Papa prorogasse di due anni l’incarico del rossiglionese Cesare Nosiglia. Già all’epoca, quando faceva parte della terna proposta al papa per la nomina, si disse che più probabilmente era destinato a Genova.

Bagnasco con Viola

Francescano, Viola è considerato un “bergogliano” di ferro, un profilo di alto spessore teologico unito a quell’impronta di impegno sociale cara al Papa che piace alla parte più progressista della Curia.
Tra l’altro, la diocesi di Tortona pure essendo in Piemonte fa parte della Conferenza Episcopale della Liguria.
Entrato nell’Ordine dei Frati Minori dell’Umbria, dopo la maturità scientifica, Padre Viola ha frequentato l’Istituto Teologico di Assisi, il Pontificio Istituto Liturgico Sant’Anselmo in Roma dove ha conseguito il Dottorato in Sacra Liturgia, è componente della Consulta dell’Ufficio Liturgico Nazionale oltre ad aver insegnato alla Facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense. A Tortona è vescovo dal 1º ottobre 2015.


Angelo Bagnasco, ex presidente della Cei, è arcivescovo di Genova da 14 anni.

“Auguri all’Arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco, che ringrazio per l’impegno costante per il bene di Genova e della Liguria” ha detto il presidente della Regione, Giovanni Toti, nel giorno del 77° compleanno del porporato.

Il presidente Toti ricorda “il proficuo scambio di idee e di collaborazione con il cardinale Bagnasco, con particolare attenzione al mondo del lavoro e all’occupazione” e la sua “vicinanza alla città, con parole sempre di incoraggiamento e stimolo per superare insieme, con un forte senso di comunità, ogni difficoltà che ci siamo trovati ad affrontare”, conclude Toti.

Bagnasco è Abate Perpetuo di S. Siro, di S. Maria Immacolata, di S. Gerolamo di Quarto, Legato Transmarino della Sede Apostolica. Già Arcivescovo di Pesaro ed Ordinario Militare per l’Italia

Nato a Pontevico (BS), Diocesi di Brescia, il 14 gennaio 1943, da genitori sfollati per la guerra.Il papà, Alfredo, lavorava in una fabbrica di pasticceria; la mamma Rosa era casalinga. Ha una sorella maggiore, Anna. La famiglia, dopo la sua nascita, è rientrata quasi subito a Genova e ha frequentato il Ginnasio ed il Liceo Classico presso il Seminario Arcivescovile di Genova.
Il 29 giugno 1966 è stato ordinato sacerdote.Si è laureato in Filosofia presso l’Università Statale di Genova nel 1979.
Dal 1966 al 1985 è stato vicario parrocchiale in S. Pietro e S. Teresa del Bambino Gesù in Genova.
Dal 1986 al 1995 Aiuto Pastorale con compiti Diocesani.
Dal 1980 al 1998 docente di Metafisica e Ateismo contemporaneo presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, Sezione Parallela di Genova.
Dal 1975 al 1984 docente di italiano nel Liceo Classico del Seminario.
Dal 1980 al 1995 Assistente Diocesano della F.U.C.I (Federazione Universitari Cattolici Italiani).
Dal 1985 al 1996 Direttore dell’Ufficio Catechistico della Diocesi e della Liguria; Delegato Regionale per la Pastorale della Scuola.
Dal 1986 al 1994 Preside e Docente dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Genova, con competenza per tutta la Regione Ecclesiastica Ligure.
Dal 1990 al 1996 Direttore dell’Ufficio “Educazione” con il compito di formazione degli insegnanti di religione.
Dal 1993 al 1996 Direttore dell’Opera Diocesana “Apostolato Liturgico”.
Dal 1995 al 1997 Vicario Episcopale e Direttore Spirituale del Seminario Arcivescovile di Genova. Il 3 gennaio 1998 è stato nominato Vescovo di Pesaro e l’11 marzo 2000 Arcivescovo Metropolita.
Dal 2001 Presidente del Consiglio di Amministrazione del quotidiano “Avvenire”.
Dal 2002 al 2005 Segretario della Commissione Episcopale della C.E.I. per l’Educazione, la Scuola e l’Università.
Nel 2003, il 20 giugno, è stato nominato Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia.
Dal 2005 Segretario della Commissione Episcopale della C.E.I. per la Cultura e le Comunicazioni Sociali.
Il 29 agosto 2006 è nominato Arcivescovo Metropolita di Genova; ha preso possesso dell’Arcidiocesi nella S. Messa celebrata nella Cattedrale di San Lorenzo il 24 settembre 2006.
Il 26 settembre 2006 è stato eletto Presidente della Conferenza Episcopale Ligure.
Il 7 marzo 2007 è stato nominato dal Santo Padre Benedetto XVI Presidente della Conferenza Episcopale Italiana.Il 29 giugno 2007, nella Basilica Vaticana, ha ricevuto dal Santo Padre il pallio di Metropolita durante il pontificale dei Santi Pietro e Paolo.
Il 17 ottobre 2007, il Santo Padre Benedetto XVI ha dato l’annuncio della sua elevazione alla dignità cardinalizia.
Il 24 novembre 2007, è stato creato Cardinale di Santa Romana Chiesa dal Santo Padre Benedetto XVI.
Il 30 settembre 2011 è stato eletto Vice Presidente del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee per il quinquennio 2011-2016.
Il 7 marzo 2012 Benedetto XVI lo ha confermato Presidente della Conferenza Episcopale Italiana per altri cinque anni.
Il 31 gennaio 2013 è stato eletto Presidente del Comitato del Progetto Culturale della Chiesa italiana.
Nell’ottobre 2016 è stato eletto presidente del Consiglio delle conferenze dei vescovi d’Europa.
È attualmente anche membro della Congregazione per le chiese orientali, della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: