Cinque chili di droga e 40 mila euro in casa, arrestato spacciatore in zona movida

La polizia del commissariato Centro è stata indirizzata dalle segnalazioni delle persone che abitano nella strada, che hanno notato il viavai dei giovani clienti del trentottenne

Ieri sera, i poliziotti del Commissariato Centro con l’ausilio dei colleghi delle volanti dell’U.P.G. e di militari dell’Esercito, hanno arrestato un genovese di 38 anni, incensurato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

L’operazione è stata condotta dal commissario capo Mario Ragosta, vice dirigente del commissariato stesso e responsabile dell’Investigativa, e dall’ispettore che comanda la sezione Volanti, sempre del commissariato Centro, Marco Gattoli. Da qualche tempo la polizia seguiva gli spostamenti del trentottenne, insospettabile perché incensurato, senza un lavoro stabile, che girava parecchio per i carruggi, effettuando giri quotidiani e metodici. Questo è il suo primo reato e l’uomo “inaugura” la sua fedina penale con un reato di rilievo nell’ambito dello spaccio. La quantità di denaro in suo possesso, verosimilmente provento dell’attività illecita, fa pensare, però, che portasse avanti da tempo la sua attività criminosa e che sia stato fino ad ora così astuto da non farsi pizzicare. L’uomo stava per cambiare casa, probabilmente potendosene permettere una più confortevole grazie agli introiti. Anche l’appartamento dove stava per trasferirsi è stato perquisito, ma droga e denaro si trovavano ancora tutti nella dimora che stava per lasciare. Quando è stato scoperto dagli agenti del commissariato, non ha potuto negare, ma non ha detto nulla riguardo al suo “commercio” né ha svelato i nomi dei suoi “grossisti”.

Sono stati proprio gli esposti di alcuni residenti che segnalavano in via dei Giustiniani la presenza assidua di giovani dediti al consumo di sostanze stupefacenti, ad indirizzare l’attività di controllo dei poliziotti del Commissariato, che si trova a pochi metri dalla casa in cui è stata trovata la droga.

Ieri sera, gli stessi agenti hanno notato un via vai sospetto nei pressi di un civico di vico Valoria e, dopo una breve attività di appostamento, hanno individuato l’appartamento visitato dai giovani consumatori.

Immediata è scattata la perquisizione dell’abitazione occupata dal 38enne incensurato, all’interno della quale sono stati rinvenuti 4,8 chili di cannabinoidi, 38.400 euro in banconote di vario taglio e materiale destinato al confezionamento, il tutto ingegnosamente occultato negli anfratti dei mobili e dei muri.

L’uomo è stato tratto in arresto e associato presso il carcere di Marassi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: