Annunci
Ultime notizie di cronaca

Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne: le iniziative

Wall of Dolls, Regione, Comune, Centro Antiviolenze Mascherona, Cgil e Coop Liguria. Numero verde antiviolenza. A De Ferrari: la scritta #nessunascusa, in caratteri cubitali alti sei metri, circonderà la fontana, che assumerà il colore rosso. 12 nuove panchine rosse. Confcommercio e Confesercenti distribuiranno duemila locandine in altrettanti esercizi commerciali cittadini 

Domenica 24 novembre 2019, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (che sarà lunedì 25 novembre), tra piazza De Ferrari e Arena Albaro Village si terrà l’evento “Wall of Dolls and Art #StopViolence”, iniziativa giunta alla quarta edizione organizzata da Wall of Dolls, progetto nazionale portato avanti dalla cantautrice e showgirl Jo Squillo, in collaborazione con la Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche OPI Stop Violence e con il patrocinio di Regione Liguria e Comune di Genova.

L’evento vedrà l’alternarsi di incontri, presentazioni, testimonianze di donne vittime di violenza, ma anche spettacoli, musica, concerti e dj set, per ribadire l’importanza della giornata ma anche per creare un’atmosfera di serenità, solidarietà e unione nei confronti delle donne. L’organizzazione della giornata è curata da Barbara Bavastro, coordinatrice di Wall of Dolls Liguria e referente OPI Stop Violence.

La manifestazione inizierà alle 15 in piazza De Ferrari, davanti al Muro delle Bambole – Wall of Dolls and Art, spazio in cui si susseguiranno incontri sul tema della giornata. Ad aprire la giornata sarà il coro di bambini Perfect Life Choir, presenti per testimoniare il coinvolgimento dei minori nella battaglia contro la violenza sulle donne, spesso vittime passive e indifese del fenomeno. L’apertura vedrà la presenza delle tre donne che portano avanti per tutta la Penisola il progetto Wall of Dolls: Jo Squillo, cantautrice e showgirl, da anni paladina del movimento, Giusy Versace, atleta paralimpica e conduttrice televisiva, e Francesca Carollo, giornalista e volto televisivo di “Quarto Grado”. Ospiti speciali della giornata Parvinder “Pinky” Aoulakh e Giusy Ghilardi, donne che hanno vissuto in prima persona il tema della violenza: grazie alle loro testimonianze, si lancerà un potente messaggio di forza, unione e solidarietà nei confronti delle donne vittime di violenze, che troppo spesso nascondono il problema e hanno paura di esprimersi. A seguire, ci sarà spazio per la musica, con dj set a cura di Alberto Pernazza, Robbi Rocca, Ana Laza Diskotic e T Rave, per lo spettacolo con l’attore Daniele Gatti, ma anche per la comicità e il divertimento con i comici Stefano Lasagna e Laura Formenti, che esprimeranno il loro personale messaggio di vicinanza e solidarietà con un sorriso.

Dalle 18:30 l’evento si sposta all’Arena Albaro Village con “Arena Wall of Dolls”, luogo in cui si continuerà a diffondere il messaggio di lotta e solidarietà attraverso show, danze e musica. Aprirà la serata il flashmob ufficiale di Wall of Dolls, al quale il pubblico potrà unirsi, guidato sul palco da Jo Squillo, Francesca Carollo, Giusy Versace, Barbara Bavastro e da Debora Guerrieri, ideatrice della coreografia. Alle 20 è in programma il concerto di NH Effe, ovvero Federico Naccari, giovane talento genovese del rap, che si è già fatto notare dal grande pubblico grazie a collaborazioni con altri rapper come Alfa e Moreno. Classe 1997, attraverso i suoi versi e le sue rime, NH Effe diffonderà anche tra i più giovani l’importante messaggio della giornata. Insieme a lui sul palco anche il trapper Thomas Muriello, in arte Thona. Ad aprire il concerto la cantautrice Alessia Ramusino, che porterà sul palco l’emozionante brano “Yallah”. Tra i giovanissimi presenti all’evento per dire no alla violenza sulle donne anche Andrea Nuzzo, ideatore della pagina Facebook e Instagram “Sii come Bill”. A seguire, torna il dj set di Alberto Pernazza, Robbi Rocca, Ana Laza Diskotic e T Rave. Presenterà l’evento Michele Massimo Casula.

Per tutta la serata, nello spazio dell’Arena Albaro Village, non mancheranno stand e info point dove le donne in difficoltà potranno informarsi e ricevere supporto, con la presenza di associazioni, enti e servizi pubblici e privati attivi sul territorio. Presenti anche i motociclisti dell’associazione Baca “Bikers Against Child Abuse”, nata con l’intento di creare un ambiente sicuro per i bambini vittime di abuso, uno stand di make up artist con Camilla Sabatino e Image Studio Academy e truccabimbi, dove i più piccoli potranno divertirsi con coloratissime decorazioni sul viso. A supportare l’evento con diverse iniziative di carattere sociale e artistico anche gli studenti delle scuole genovesi, come l’Istituto Meucci, il Liceo Pertini e il Liceo artistico Paul Klee.

La partecipazione è libera e gratuita.

L’edizione di quest’anno di Wall of Dolls è in partnership con Andi Associazione Nazionale Dentisti Italiani Onlus.

Barbara Bavastro, organizzatrice dell’evento, coordinatrice di Wall of Dolls Liguria e referente OPI Stop Violence: «La violenza sulle donne è un tema che ci sta molto a cuore perché coinvolge tutte le culture, classi sociali, livelli d’istruzione, di reddito e di età – spiega Barbara Bavastro, –  Bisogna riflettere sull’invisibilità di questo fenomeno, che le stesse donne spesso coprono per vergogna, rifiuto, paura. L’evento “Wall of Dolls and Art #StopViolence” nasce proprio con l’intento di abbattere il muro dell’indifferenza e sensibilizzare tutta la popolazione, soprattutto i più giovani, alla lotta contro la violenza sulle donne».

Giorgio Viale, assessore alle Pari opportunità del Comune di Genova:«Come Amministrazione siamo particolarmente soddisfatti di partecipare a questa importante iniziativa per dare ancor più risalto alla Giornata del 25 novembre. La violenza contro le donne è un crimine odioso per combattere il quale sono fondamentali la sensibilizzazione e la consapevolezza di un senso di comunità. Il Comune di Genova, dal canto suo affianca a questa iniziativa molte altre azioni. Promuoveremo uno speciale numero gratuito contro la violenza (1522), coloreremo di rosso la fontana di piazza De Ferrari e inaugureremo nuove “panchine rosse”. Al via anche una campagna di affissioni di locandine presso gli esercizi commerciali della città».

Ilaria Cavo, assessore alla Cultura e Pari Opportunità di Regione Liguria: «Ogni evento che possa sensibilizzare le persone su questo tema è importante e benvenuto. È da sottolineare l’impegno degli organizzatori per allargarsi ad altre zone della città, con una presenza tanto nella centralissima piazza De Ferrari quanto in Albaro e con un’iniziativa dedicata allo spettacolo anche con i rapper e quindi con la possibilità di lanciare questo messaggio ai giovani. È quello che anche noi come Regione Liguria abbiamo fatto e vogliamo continuare a fare con un maggior coinvolgimento della cittadinanza, anche attraverso la campagna #nessunascusa che proseguirà».


L’installazione di Comune e Regione

Lunedì 25 novembre, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, Regione Liguria in accordo con il Comune di Genova organizza una grande installazione in piazza De Ferrari: la scritta #nessunascusa, in caratteri cubitali alti sei metri, circonderà la fontana al centro della piazza principale della città.

Durante l’intera giornata scuole, associazioni, centri antiviolenza e tutta la cittadinanza saranno invitati a scendere in piazza per apporre sulle lettere migliaia di post-it colorati con l’hashtag #nessunascusa. Chi lo desidera può firmare il proprio post-it e aggiungere un pensiero sul tema della violenza di genere: un piccolo gesto, simbolico, che vuole essere uno stimolo per fermarsi un momento e affermare che non esiste nessuna scusa per la violenza contro le donne.

I post-it saranno a disposizione presso il point “Liguria Informa” (sotto i portici della Regione, lato Palazzo Ducale) dalle 9 alle 17.

In caso di maltempo l’installazione verrà spostata in Galleria Mazzini.

Protagonista di quest’anno è il numero verde nazionale antiviolenza e stalking 1522 oggetto di una massiccia campagna informativa sviluppata anche in collaborazione con Confcommercio e Confesercenti che distribuiranno duemila locandine in altrettanti esercizi commerciali cittadini assumendo un ruolo di primo piano nel sensibilizzare la cittadinanza sul fenomeno della violenza di genere.

Inoltre, dal 23 al 25 novembre il numero telefonico 1522 sarà promosso sui tabelloni luminosi a messaggistica variabile installati in tutto il territorio comunale e su nuove dodici panchine rosse che, in collaborazione con i Municipi, saranno dipinte in altrettante zone della città. Proseguendo le azioni intraprese negli anni scorsi, infatti, l’assessore alle Pari opportunità e diritti Giorgio Viale inaugurerà la terza edizione dell’iniziativa #panchinerosse, simbolo e memoria delle donne vittime di questo drammatico fenomeno globale.

Dal 24 al 25 novembre anche la fontana di piazza De Ferrari tornerà a colorarsi di rosso. La scelta è dettata dalla necessità di individuare luoghi visibili e significativi, frequentati da cittadine e cittadini di ogni età per dare il massimo risalto alla rete di aiuto presente sul territorio.

Alla cerimonia ufficiale che si terrà a Villetta di Negro lunedì 25 novembre alle ore 11.30, oltre all’assessore Giorgio Viale saranno presenti l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso e al Commercio e grandi eventi Paola Bordilli. All’evento prenderanno parte anche i centri antiviolenza e sarà animato dal Teatro Nazionale che davanti alla panchina rossa offrirà un estratto dello spettacolo “Mia-Maschi Violenti e Donne Violate’’, dedicato al tema del femminicidio e della violenza sulle donne, che alle 20.30 debutterà al teatro Duse con la regia di Giorgio Scaramuzzino.

«Ringrazio le volontarie dei centri antiviolenza per l’aiuto e la collaborazione con l’amministrazione comunale, i commercianti e le sigle coinvolte nell’iniziativa per il grande senso civico dimostrato. Preziose sono anche state le collaborazioni dell’assessore Paola Bordilli sulle attività commerciali e dell’assessore Barbara Grosso per la parte culturale», commenta l’assessore Giorgio Viale, ribadendo che «Lo spirito dell’iniziativa è quello di far sapere che una via d’uscita dalla violenza c’è, basta una telefonata gratuita al 1522 per tornare a vivere!».


Centro Antiviolenza Mascherona

n occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza Sulle Donne, la Genova Academy, associazione sportiva dilettantistica con sede in Corso Aurelio Saffi 46R, 16128 Genova, organizza l’evento “Woman Day”.

Nell’intera giornata di Lunedi 25 Novembre 2019, dalle ore 10:00 alle ore 23:00, porte aperte alle partecipanti, esclusivamente donne, che avranno la possibilità di praticare gratuitamente discipline di Danza, Ballo, Fitness, Arti Marziali e Difesa Personale.

Il momento centrale della giornata sarà quello dedicato alla Difesa Personale Femminile, con un seminario, dalle ore 19:30 alle ore 21:00, incentrato su tecniche di Difesa Personale secondo il programma “Action Woman – Krav Maga”, sistema di difesa personale fondato dal Gran Maestro Marco Morabito, fondatore e direttore tecnico della I.K.M.O. International Krav Maga Organization, associazione di promozione sociale presente sul territorio Genovese da quasi 15 anni, e Presidente della stessa Genova Academy organizzatrice di tale evento.

Dalle 18.00 alle 19.30 si fermeranno tutte le attività “in rosa” per dare spazio ad un convegno che vedrà relatori la Psicologa Dott.ssa Giuliana Jacob che fornirà consigli sugli aspetti psicologici e sociali riguardanti la violenza sulle donne, Chiara Panero del centro antiviolenza Per Non Subire Violenza, che interverranno in merito agli aspetti psicologici della violenza e al supporto che può essere fornito alle vittime, Maestro Marco Morabito difesa personale ed aspetti comportamentali sia nella prevenzione che nelle aggressioni.

A seguire, breve presentazione del libro “La casa rifugio a indirizzo segreto – 20 anni a Genova”.

Il programma “Action Woman – Krav Maga” è stato già presentato in occasione della partecipazione della Genova Academy e della I.K.M.O. al progetto del Comune di Genova “Sicurinsieme”, volto all’organizzazione di un corso di difesa personale a partecipazione esclusiva delle donne.

Action Woman KM nasce dall’esigenza di trovare una sinergia tra semplicità di esecuzione ed efficacia tecnica, in modo che ogni donna si possa sentire più sicura non solo nella vita quotidiana ma anche nei rapporti interpersonali.
Il programma prevede la difesa personale femminile in vari ambienti e circostanze sia quotidiane sia lavorative.
In questo programma si impara a gestire varie situazioni in essere o ancora prima che queste possano verificarsi, quindi a prevenire. 
Visti gli ultimi fatti di cronaca, sapersi difendere fisicamente e mentalmente diventa sicuramente una necessità.

Oltre ai consigli di carattere psicologico, sociale e sulla difesa personale, ogni donna che parteciperà gratuitamente alla giornata potrà provare ogni attività a corpo libero dedicata al mondo della “donna”.

Col Patrocinio Comune di Genova – Municipio Centro Est I in data 13/11/19

Cgil

 In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne la Camera del lavoro di Genova, insieme all’Associazione White Dove, organizza per il giorno 25 novembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso il salone Governato della Cgil di Genova in Via San Giovanni D’Acri 6 un’iniziativa dal titolo “L’educazione all’affettività sui banchi di scuola”.  La giornata prevede la proiezione di alcuni cortometraggi realizzati nell’ambito del progetto ‘FIVE MEN’ che si propone di sviluppare strategie di comunicazione per trasmettere agli uomini e ai ragazzi un messaggio chiaro di ‘tolleranza zero’ per tutte le forme di violenza contro le donne. In particolare si propone di creare consapevolezza sul tema coinvolgendo positivamente uomini e ragazzi facendoli diventare protagonisti del cambiamento. L’appuntamento rientra tra le iniziative realizzate insieme al centro White Dove (Sportello di ascolto e di prima accoglienza dedicato agli uomini autori di violenza nelle relazioni affettive) che, insieme al Centro per non subire violenza onlus, offre la propria consulenza anche presso la sede della Camera del Lavoro.

L’iniziativa è rivolta ai delegati e alle delegate della nostra organizzazione e ad alcune classi degli istituti superiori del nostro territorio al fine di affrontare il tema della violenza nelle relazioni tra i sessi da un punto di vista culturale, anche al fine di responsabilizzare e coinvolgere i ragazzi e le ragazze, gli adulti di domani, nelle tematiche della parità di genere


Coop Liguria

Il 25 novembre, i punti vendita distribuiranno un biglietto da visita con il numero nazionale 1522 e i contatti dei centri antiviolenza locali. Negli ipermercati tornerà l’iniziativa Posto Occupato e le Sezioni Soci organizzeranno incontri a tema.

Anche quest’anno Coop Liguria, impresa a netta prevalenza femminile, celebra il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con una serie di iniziative che coinvolgono sia la rete di vendita, sia le Sezioni Soci.

Nell’ambito della campagna nazionale ‘Posto occupato’, alla quale Coop Liguria aderisce da diversi anni, il giorno 25 novembre una cassa di tutti gli Ipercoop liguri resterà chiusa e sarà allestita con accessori femminili rossi, per ricordare le vittime di femminicidio. In quella stessa giornata alle casse sarà distribuito a tutti i clienti un biglietto da visita che riporta sul fronte il numero nazionale 1522 dedicato alle richieste di aiuto e sul retro i numeri dei centri antiviolenza locali.

Sempre il 25 novembre, alle 17, a Sestri Ponente, Coop Liguria ospiterà nella sala punto d’incontro della Coop di via Merano l’incontro a ingresso libero ‘Letture ed emozioni contro la violenza’, realizzato in collaborazione con UDI – Unione Donne in Italia e associazione ‘Donne insieme’.

Un altro appuntamento è previsto in Valbisagno, il 25 novembre alle 15,30 presso l’associazione GAU di piazza Suppini: la proiezione del film di Cristina Comencini ‘La bestia nel cuore’ seguito da una conferenza a cura di UDI -Unione Donne in Italia.

Il centro commerciale L’Aquilone ospiterà tre appuntamenti, a partire dalle 16 del 24 novembre: l’incontro pubblico ‘A viva voce’, a cura di Associazione Pandora e UDI; la presentazione del libro di Barbara Spinelli ‘Femminicidio’ e quella del libro ‘La casa rifugio a indirizzo segreto’ di Chiara Panero.

L’adesione di Coop Liguria alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è coerente con le azioni di tutela delle lavoratrici che la Cooperativa attua fin dal 1996, quando fu tra le prime imprese in Italia a dotarsi di un Codice Antimolestie. Tutti i lavoratori di Coop Liguria possono contare su forme di parziale autogestione dell’orario di lavoro, che permettono di conciliare meglio impegni professionali e personali, e su una pianificazione a lungo termine delle presenze festive e domenicali. In Coop Liguria, infine, è attiva una Commissione interna Pari Opportunità che garantisce parità di trattamento sul lavoro a uomini e donne.


Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: