Annunci
Ultime notizie di cronaca

Punto allerta meteo di Comune e Regione: tutti gli aggiornamenti

Il presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci spiegano tutte le misure adottate.

Il presidente Giovanni Toti

Treni: Pronti i bus sostitutivi in caso di allagamento dei binari.
Porto: autorità portuale ha diramato le norme di comportamento, ma salvo situazioni di estrema di necessità non può imporre alle aziende comportamenti attraverso ordinanza.

Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, al momento non sono previste modiche alla circolazione ma consigliamo, prima di mettersi in viaggio, di consultare il sito Trenitalia.com per eventuali modifiche che si renderanno necessarie e che saranno prontamente comunicate oppure contattare il call center 800.892021 che dalle ore 20 alla cessata allerta sarà gratuito.
Trenitalia ha già organizzato 20 bus che saranno a disposizione nelle zone critiche in caso di supporto al trasporto ferroviario

Il sindaco Marco Bucci

Oltre al piano d’allerta Meteo. Il cantiere del Ponte chiuderà alle 20 alle 6.
Sospensione eventi all’aperto
Chiusura di impianti sportivi anche privati
Chiusura di tutti i musei
Chiusura aree verdi e cimiteri
Chiusura mercati all’aperto
Sarà aggiunta una procedura per codificare gli interventi in caso di pre allarme.

Aumentato le auto della polizia locale. Saranno 11 con megafono per avvertire eventualmente la popolazione
È pronta l’organizzazione per chiudere al traffico le zone eventualmente zone allagate o a rischio allagamento.
Lo scolmatore del Fereggiano è pronto e se servirà sarà messo in funzione.

Teatri in zona rossa chiusi. Gli altri devono seguire le procedure di protezione civile prescritte per l’edificio. Vale per il Teatro Carlo Felice e per i cinema.

Scuole

Sia Toti sia Bucci dicono che per quanto riguarda il personale scolastico devono decidere i direttori didattici.

Scriviamo qui le direzioni didattiche di cui abbiamo notizia in cui si è decisa la chiusura anche per docenti e personale ATA

Voltri 1: <In ottemperanza alle disposizioni dei Comuni e della Protezione Civile, le scuole dell’Istituto, comprese quelle del Comune di Mele, rimarranno chiuse per tutti (studenti, docenti e personale ATA) nella giornata di lunedì 21 ottobre>
Voltri 2: <Scuole chiuse per allerta meteo per studenti, docenti e personale ATA – Interclasse Plesso D’Albertis rinviata>
Pegli: <Scuole chiuse per studenti, docenti e personale ATA. L’Istituto Comprensivo è irraggiungibile telefonicamente causa problemi tecnici dovuti alle recenti avverse condizioni atmosferiche>


Resterà chiuso anche il Centro per non subire violenza dell’Udi (via Cairoli)


Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è GiglioBagnara_300X250.jpg

Le disposizioni del Centro operativo comunale alle 18

Il Coc (Centro Operativo Comunale) si è riunito nel pomeriggio di oggi  e, sulla base dell’aggiornamento di stato di allerta per temporali e piogge diffuse (ARANCIONE fino alle ore 19.59 di domenica 20 ottobre, ROSSA dalle 20.00 di domenica 20 alle 14.59 di lunedì 21 ottobre e ARANCIONE dalle 15 alle 23.59 di lunedì 21 ottobre) sul territorio del Comune di Genova, diramato dalla Regione Liguria, ha messo in atto le azioni previste dal Piano Comunale di Emergenza per la gestione del rischio meteo-idrogeologico.

Il Coc ha assunto i seguenti provvedimenti validi sino a cessata allerta rossa:

  • Le scuole sono chiuse (chiusura di tutti i plessi sedi dei servizi educativi, delle scuole di ogni ordine e grado, dei Centri di Formazione Professionale e di tutte le attività didattiche dei Dipartimenti Universitari, pubblici e privati, ricadenti nel territorio del Comune di Genova)
  • Chiusura di tutti i cantieri e scavi in alveo
  • Chiusura preventiva dei seguenti sottopassi: Piazza Montano -Via Borgo Incrociati -Piazza Porticciolo -Piazzale Kennedy/V.le Brigate Partigiane -Piazza Massena
  • Chiusura al pubblico di tutti i cimiteri, assicurata la ricezione servizi funebri
  • Chiusura di tutti gli impianti e i complessi sportivi, pubblici e privati
  • Sospensione di eventi e manifestazioni su suolo pubblico in tutta la città
  • Chiusura di musei, biblioteche e centri civici comunali di tutta la città
  • Chiusura delle aree verdi, parchi e giardini con varchi di accesso chiudibili e osservanza dei piani interni di emergenza per accessibilità alle strutture interne
  • Chiusura tutti mercati all’aperto

Sono state inoltre adottate misure che riguardano la mobilità

  •  limitazione del servizio della metropolitana sino a cessata allerta. Il servizio verrà assicurato sulla tratta Brin-De Ferrari. Per l’intera durata dell’allerta rossa la stazione metro di Brignole resterà chiusa (chiusa dunque anche la biglietteria Amt al suo interno)
  •  chiusura degli ascensori del sottopasso ferroviario di Sestri Ponente (via Puccini)
  •  chiusura dell’ascensore di Quezzi
  •  chiusura dell’esercizio ferroviario Genova-Casella. Verrà istituito, compatibilmente con lo stato della viabilità stradale, il servizio bus sostitutivo con lo stesso orario del trenino; il bus sostitutivo partirà da Genova piazza Manin e dalla stazione di Casella 
  •  chiusura fino a cessata allerta della Galleria Pizzo sulla strada statale Aurelia
  •  Via Pontetti: divieto di sosta con rimozione forzata dei veicoli inadempienti, per tutte le categorie di veicoli su entrambi i lati della Via Pontetti, dal suo inizio, all’intersezione della via Isonzo sino al civico 14C
  •  I possessori dei tagliandi Blu Area A–B-C-T, nel caso tali zone siano stati opzionate come prima scelta, possono parcheggiare gratuitamente in tutte le zone Blu Area in caso di Allerta meteoidrologica Arancione o Rossa, a partire da tre ore prima dell’inizio allerta e sino alle ore 12 del giorno successivo alla cessata allerta. Disposizione valida eccezionalmente anche per i residenti di Via Fereggiano/Corso De Stefanis non in possesso del tagliando Blu Area, esponendo carta di circolazione o copia

È stato deciso il potenziamento del presidio territoriale della Polizia municipale con pattuglie dedicate al monitoraggio dei rivi per ogni turno, che vanno ad aggiungersi al servizio ordinario. Attivate anche pattuglie di pronto impiego, insieme alle squadre di volontariato di protezione civile.

Corso Perrone chiuso dalle ore 22.

Le direzioni del Comune di Genova, i Municipi e le Aziende (Aster, Amiu e Amt) hanno attivato i piani di emergenza previsti per lo stato di allerta rossa.

In allerta arancione restano in vigore le disposizioni già comunicate

In particolare per quanto riguarda la Metropolitana, resteranno chiusi fino a cessata allerta arancione i due accessi della stazione metro di Brignole di via Canevari, gli ascensori all’interno della stazione metro zona Canevari e gli ascensori da piazza Raggi a corso Montegrappa. La stazione metro di Brignole sarà accessibile da piazza Raggi (Borgo Incrociati) e da piazza Verdi dai normali accessi. Per tutta la durata dell’allerta meteo arancione gli ascensori del sottopasso della stazione ferroviaria di Sestri Ponente, in via Puccini, e l’ascensore di Quezzi restano chiusi.

Il Comune di Genova ricorda che, durante il periodo di allerta meteo idrologica, i cittadini sono tenuti ad adottare, in tutta la città, i comportamenti di autoprotezione. Tutte le ordinanze e le norme di autoprotezione sono disponibili sul sito www.comune.genova.it.

All’entrata in vigore dell’allerta:
• predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili che si trovano in locali allagabili;
• porre al sicuro i propri veicoli in zone non raggiungibili dall’allagamento;
• limitare gli spostamenti a esigenze di effettiva necessità;
• tenersi aggiornati sull’evolversi della situazione e prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità, da radio, tv e tutte le altre fonti di informazione.

Le informazioni e gli aggiornamenti ufficiali sono divulgati attraverso: pannelli luminosi stradali disposti lungo la viabilità principale e paline alle fermate Amt; sito del Centro Funzionale di Protezione Civile della Regione Liguria (www.allertaliguria.gov.it); sito del Comune di Genova (http://www.comune.genova.it/servizi/protezionecivile).

Per ottenere informazioni più dettagliate e ampie si consiglia anche di scaricare la APP gratuita “Io non rischio”. Per accedere all’applicazione via web digitare sul device iononri-schio.comune.genova.it.

 E’ anche possibile avere informazioni e avvisi tramite i canali Telegram agli indirizzi “ProtezioneCivileComuneGenova_bot” e “@ProtCivComuneGe”.

Per tutta la durata dell’allerta sarà attiva la sala di emergenza della Protezione Civile del Comune di Genova e sarà attivo il numero verde della Protezione Civile del Comune di Genova 800177797.

L’aggiornamento della Regione alle 18

È confermato il quadro di allerta meteo diffuso oggi dalla Protezione civile di Regione Liguria. Dopo un pomeriggio senza particolari criticità a Genova e le piogge diffuse registrati sul savonese, in particolare sulle aree interne che avevano ricevuto già molta acqua, l’evoluzione dei modelli previsionali ha confermato la necessità dell’innalzamento dell’allerta ai livelli attuali, con il grado massimo di allerta idrogeologica (rossa) confermata dalle 20 di questa sera alle 15 di domani sul genovesato e sul savonese. Allerta arancione già scattata dalle 13 di oggi fino alle 15 di domani sull’imperiese, allerta arancione dalle 20 di questa sera fino alle 18 di domani sullo spezzino. La perturbazione che sta interessando la Liguria è lenta e stazionaria: nei punti in cui si ferma si registrano cumulate d’acqua significative, con innalzamenti importanti dei corsi d’acqua. Nella zona delle Bormide le precipitazioni sono state costanti e ininterrotte, con 250 ml di cumulata in 12 ore che hanno portato all’innalzamento repentino dei corsi d’acqua. Nel genovese da ieri a oggi precipitazioni mai superiori ai 60 ml, ma gli innalzamenti dei corsi d’acqua sono già rilevanti. “Non si segnalano per ora situazioni di particolare emergenza, se non piccoli smottamenti – ha detto il presidente Toti – ma prevediamo che le ore più difficili saranno quelle notturne. L’allerta rossa ha fatto scattare il piano di protezione civile dei Comuni, con la chiusura degli edifici pubblici nelle zone esondabili e delle scuole. Verranno chiusi alcuni ambulatori, specie in zone esondabili: chi avesse un appuntamento può chiamare per una riprogrammazione entro sette giorni, in modo da non perdere la priorità della prenotazione. Per quanto riguarda il traffico ferroviario ho parlato con i vertici di Trenitalia: oggi non si sono registrati disagi mentre per la giornata di domani sono stati allertati presidi aggiuntivi e la rete sostitutiva degli autobus, ove dovesse rendersi necessaria. Ho parlato anche con il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure Occidentale Signorini: per l’attività in porto verranno adottate nelle prossime ore linee guida concordate con i sindacati e i terminalisti, mentre è già stata diramata una nota tecnica sui comportamenti più idonei da tenere durante l’allerta”. Il presidente Toti ha poi invitato alla massima prudenza: “Siccome ci attendono una notte e un lunedì che prevediamo complicati, il nostro consiglio ovunque è quello di rimanere in casa per tutti coloro che possono farlo, muovendosi sono in caso di reale necessità, evitando tutti i luoghi potenzialmente pericolosi e informandosi preventivamente della situazione ambientale delle strade o della linea ferroviaria”.

L’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone ha aggiunto: “L’allerta rossa non viene emessa tutti i giorni, l’ultima è stata quella emessa per fine ottobre dell’anno scorso quando si verificò la mareggiata più devastante della storia della nostra regione. L’allerta rossa non è uno scherzo, bisogna stare molto attenti”.

La situazione verrà rivalutata domani mattina entro le 12:30 in base a quanto sarà successo nella notte e alle uscite modellistiche disponibili.


Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: