Stasera anticipo di bollino nero per il traffico. Per domani Tursi ha un piano

7mila veicoli attesi agli imbarchi nella giornata di emergenza-viabilità in tutta Italia per l’esodo ferragostano. Per la prima volta sono state studiate misure per incidere positivamente sulla viabilità e sulla velocizzazione degli imbarchi

Coda A7 Milano-Serravalle-Genova (Km 133.6 – direzione: Genova) tra Bivio A7/A10 Genova-Ventimiglia e Genova Sampierdarena per traffico intenso sulla viabilità ordinaria. È la cronaca di un normale venerdì pre ferragostano che a Genova vuole dire anche assalto ai traghetti. Un business per la città per il quale bisogna limitare al massimo i disagi. Per la prima volta (dopo decenni di passione), domani, il Comune metterà in atto un piano per governare i 7mila veicoli diretti al terminal traghetti dove ci saranno in partenza traghetti diretti verso destinazioni italiane e altri che salperanno verso destinazioni estere, i cosiddetti “non Schengen”, quelli che impegnano di più per il controllo dei documenti stranieri. Il tutto nella seconda e ultima giornata di “bollino nero” per l’esodo dei vacanzieri.

Il frutto degli incontri tra Comune, Autorità portuale di sistema, capitaneria di porto, forze di polizia e polizia locale, voluti dal sindaco Marco Bucci, è un tentativo di governare l’assalto con tutti i mezzi attualmente disponibili, in attesa sia terminato il nodo vario di San Benigno. Più personale ai controlli, uno sforzo della polizia locale per evitare che si incrocino i flussi stradali e una sorta spazio di assorbimento di parte della coda sulle strade attorno alla Lanterna sono le novità che saranno testate in una giornata rovente sia sotto il profilo del traffico sia sotto quello del meteo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: