Gruppo di ragazzi del Deledda bloccato in aeroporto ad Amsterdam

Il problema è lo stop a molti voli Klm. Tra i passeggeri anche un gruppo di studenti della scuola genovese di ritorno dalla Cina. Una mamma: <Nessuna assistenza a terra da parte della compagnia aerea, nemmeno una bottiglietta d’acqua>. Della vicenda si è occupato personalmente, a Genova, il presidente del “Colombo” Paolo Odone. “Saltato” anche il volo di stamane da Genova

A causa del malfunzionamento del sistema di alimentazione del carburante, dell’azienda esterna “Aircraft Fuel Supply”, alcuni aerei nello scalo Schiphol di Amsterdam non hanno ieri ricevuto rifornimento di carburante. Lo comunica la compagnia aerea Klm e aggiunge. <Ciò ha causato ritardi e la cancellazione di un gran numero di voli europei e un numero limitato di voli intercontinentali>.
Nell’aeroporto olandese è rimasto bloccato, tra gli altri, un gruppo di studenti del Deledda che tornava dalla Cina con due accompagnatori.
<I bar non avevano più cibo e ai ragazzi non è stata data nemmeno una bottiglietta d’acqua – denuncia una mamma che ha parlato col figlio al telefono -. È stato chiuso il desk e i ragazzi si sono messi in coda lì davanti dalle 4 del mattino in attesa di essere riprotetti su un volo per l’Italia>.
Da Genova non è partito il volo per Amsterdam di questa mattina alle 7 perché l’aeromobile, quello che doveva riportare in città anche gli studenti, ieri non è arrivato. È stata invece confermata la partenza di oggi pomeriggio alle 16:55. I passeggeri che dovevano partire stamani dal “Cristoforo Colombo” sono stati riprotetti su voli con scalo a Roma o Parigi o partiranno nel pomeriggio.
A tentare di risolvere, invece, il problema dei ragazzi del Deledda si è impegnato anche il presidente del “Colombo”, Paolo Odone: <I ragazzi saranno imbarcati su un volo per Malpensa – spiega – e da lì la compagnia ha organizzato un pullman per Genova>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: