Annunci
Ultime notizie di cronaca

Giornalista manganellato, Fnsi, Associazione ligure, Gruppo Cronisti e Ordine: “Sanzionare i responsabili”

<Cercare anche le responsabilità di coloro tra i cosiddetti antagonisti che avrebbero minacciato troupe della Rai e di PrimoCanale>

Questo il comunicato di Federazione Nazionale Stampa Italiana, Associazione Ligure dei Giornalisti, Gruppo Cronisti Liguria, Ordine dei Giornalisti della Liguria

Una piazza concessa ai neofascisti di Casa Pound e decine di poliziotti in tenuta antisommossa comandati a rendere impermeabile una “zona nera” nel cuore di Genova, città medaglia d’oro della Resistenza. E come già accaduto nelle tragiche giornate del G8 la gestione dell’ordine pubblico sfugge di mano. Un giornalista di Repubblica, Stefano Origone, è investito da un drappello di poliziotti. Origone – come lui stesso ha raccontato – è stato ripetutamente colpito con manganellate e calci anche quando era a terra e ha urlato “sono un giornalista”: un atto violento inqualificabile.
Nel manifestare solidarietà e vicinanza al collega Origone e a tutti i cronisti come sempre impegnati ad assolvere al dovere di raccogliere notizie per informare l’opinione pubblica, l’Associazione ligure dei giornalisti, il Gruppo Cronisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana chiedono siano accertate le dinamiche e sanzionati i responsabili. Anche le responsabilità di coloro tra i cosiddetti antagonisti che avrebbero minacciato troupe della Rai e di PrimoCanale.
Federazione Nazionale Stampa Italiana
Associazione Ligure dei Giornalisti
Gruppo Cronisti Liguria

Ordine dei Giornalisti della Liguria


Al collega e amico Stefano Origone anche la solidarietà di GenovaQuotidiana

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: