Annunci
Ultime notizie di cronaca

È di un genovese emigrato in Spagna il cadavere trovato al largo di Voltri

Identificato dalla Squadra Mobile della Questura, comandata da Marco Calì, il cadavere dell’uomo trovato nel mare al largo della spiaggia di Voltri l’8 maggior scorso. La Procura aveva aperto un’indagine per omicidio, ma l’autopsia, chiarendo che la morte era avvenuta per un colpo sparato dal basso verso l’alto, in bocca (tanto che ha anche mandato in frantumi alcuni denti) che in uscita aveva provocato il foro sulla nuca, aveva fatto pensare, piuttosto, a un suicidio.
L’uomo, vestito con un paio di jeans e un giubbotto scuro, è morto un’ora prima che un passante vedesse galleggiare il suo corpo al largo di Voltri.

Gli accertamenti sui soggetti iscritti alle liste degli italiani residenti all’estero (AIRE) incrociati con le numerose segnalazioni pervenute dai cittadini, hanno consentito di individuare un piccolo appartamento in un residence di Nervi da cui non aveva più dato notizie di se’ l’affittuario.

Il sopralluogo effettuato all’interno dell’abitazione dagli investigatori della Squadra Mobile, anche con l’ausilio degli specialisti della Polizia Scientifica, ha consentito di identificare il cadavere rinvenuto in mare.

Si tratta di un soggetto genovese di anni 56, incensurato, emigrato in Spagna nel 1991 e rientrato temporaneamente a Genova da alcuni mesi, dipendente di una società estera.

Lo stesso risulta detentore legale di un’arma da fuoco cal.45, di cui è stata trovata solamente la confezione con parte del munizionamento.

Sono in corso accertamenti per risalire ad eventuali familiari o prossimi congiunti residenti all’estero.


Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: