Scontri tra antagonisti e polizia al termine delle manifestazioni di ultradestra e antifascisti

Foto di Marco Pelizza

Fino a quel momento era andato tutto bene, con le griglie antisommossa e i furgoni del Battaglione di Bolzaneto e dei carabinieri a dividere via Fiume.
Prima c’erano stati i cori delle due manifestazioni Cgil-Anpi e Antifa, organizzate per protestare contro l’iniziativa organizzata dall’ultradestra per ricordare Ugo Venturini, l’operaio missino ucciso nel 1970 nel corso di un comizio di Giorgio Almirante.

Foto di Marco Pelizza

Alla fine, un gruppo di antagonisti si è portato nella zona davanti allo Starhotel, ha percorso viale Duca D’Aosta e si è concentrato sotto i portici dell’Inps. Intanto le auto dei militanti dell’ultradestra stavano uscendo alla spicciolata da via Cadorna, indirizzate verso piazza della Vittoria, nella parte dove si trova il Parador. Lì una ventina di auto è rimasta imbottigliata nel traffico. Il gruppo degli antagonisti si è fatto avanti bypassando a sud il Battaglione che nel frattempo si era schierato dai “vulcani” e arrivando davanti alle auto degli esponenti dell’ultradestra. la polizia è stata costretta a correre per frapporsi tra i due gruppi ed evitare il contatto. Sono volate cinghiate e manganellate. Un poliziotto e un antagonista sono rimasti leggermente feriti durante la carica. Il vetro di un’auto è andato in frantumi per una cinghiata. Sono stati attimi di fortissima tensione.
Il resto delle manifestazioni (a cui si riferiscono le foto sotto, di Marco Pelizza) si era svolto regolarmente, con cori e striscioni, ma nulla di più.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: