Annunci
Ultime notizie di cronaca

Il Treno Verde è arrivato a Genova. Racconta la mobilità sostenibile

É arrivato stamane alla stazione Piazza Principe di Genova il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, campagna realizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare. Il convoglio ambientalista sarà in sosta alla stazione della città ligure fino al prossimo 28 marzo.

Un viaggio lungo i binari della Penisola per raccontare la mobilità sostenibile, ridurre l’inquinamento (secondo il principio europeo “chi inquina paga”), puntare sull’intermodalità e sull’elettrico, a partire dai trasporti pubblici e dalla sharing mobility, con l’obiettivo di dar voce ai tanti protagonisti (aziende, start up, istituzioni, associazioni e territori), esempi di buone pratiche nella mobilità sostenibile che percorrono già questa strada.

Stamane è stata inaugurata ufficialmente la tappa ligure, alla presenza di Davide Sabbadin, portavoce del Treno Verde, Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria, Stefano Balleari, vice Sindaco di Genova, Matteo Campora, Assessore all’Ambiente del Comune di Genova, Daniele Mari, Direttore Produzione Liguria di RFI, Maria Luisa De Petris di Ecopneus, Giovanni Mura eAlberto Scagliola di Enel X, Roccandrea Iascone di Ricrea, Carlo Mannu e Daniela Masseroni di Bosch, e Massimo Scaglione di Movecoin.

Sul Treno Verde, autorità, cittadini, aziende e start up stanno firmando il Manifesto per una mobilità a zero emissioni, dieci impegni per cambiare volto alle aree urbane e dare avvio a questa rivoluzione, a partire dall’adozione in ogni città di ambiziosi Piani urbani di mobilità sostenibile (Pums): spostarsi con il mezzo di trasporto più utile e senza inquinare; promuovere viaggi a piedi; riconquistare zone da togliere alle auto, per ridisegnare lo spazio come bene comune, puntando innanzitutto sulla sicurezza; muoversi con più mezzi e con la sharing mobility per una mobilità socialmente sostenibile e con zero inquinamento.

A bordo della seconda carrozza-mostra è presente un corner allestito da Bosch, partner del Treno Verde 2019. L’obiettivo della presenza di Bosch a bordo è coinvolgere bambini e ragazzi in attività interattive sul tema della qualità dell’aria, e presentare agli adulti la propria visione della mobilità a zero incidenti, zero stress e zero emissioni. Nel corso dell’incontro mattutino Daniela Masseroni, olimpionica di ginnastica e testimonial del progetto Allenarsi per il Futuro, ha inoltre presentato “Progetto Genova”. Questa iniziativa speciale di Allenarsi per il Futuro è dedicata agli studenti delle scuole limitrofe al Ponte Morandi: l’intento è offrire opportunità di PCTO (percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) tramite l’orientamento e la formazione dei giovani attraverso la metafora dello sport.

L’arrivo del Treno Verde ha anche rappresentato l’occasione per premiare le migliori pratiche sulla mobilità a zero emissioni individuate da FSI e dal comitato regionale di Legambiente. Nel corso della mattinata sono state quindi presentate le buone pratiche sulla mobilità sostenibile attivate in Liguria:

– Bam Clicli realizza biciclette in bambù utilizzabili in viaggio, per fare sport o raggiungere il luogo di lavoro. Le biciclette si rivolgono a chi si diverte a giocare per il mondo, in armonia con la natura, senza dover rinunciare agli aspetti tecnici. Il telaio in bambù offre caratteristiche di leggerezza e confort, ma anche di rigidità, che si traducono in velocità e dinamismo. I modelli sono pensati per svariate esigenze e diversi utilizzi, perché con la bici si può girare il mondo, o raggiungere l’ufficio

– GreenHub rappresenta un progetto di co-design realizzato da FS Italiane, Rete Ferroviaria Italiana e Italferr in collaborazione con Sirti e otto start up. Per il progetto GreenHub, per il quale è intervenuto nell’incontro mattutino Mimmo Urbano, nella stazione di Rapallo è stata installata, in via sperimentale, la piattaforma Dynamo, che integra i prodotti tecnologici delle 8 start up coinvolte. L’innovativa struttura a forma piramidale offre alle persone, attraverso l’uso di energia rinnovabile, servizi come panchine con prese integrate per la ricarica di smartphone e tablet; un access point predisposto per il Wi-Fi; e il sistema di monitoraggio e purificazione dell’aria;

– AMT Ferrovia Genova Casella, un vero gioiello che quest’anno compie 90 anni e per l’occasione AMT e gli enti locali hanno dato una nuova livrea alle carrozze. Questo treno a scartamento ridotto collega Genova con il suo immediato entroterra e rappresenta una vera alternativa per l’utilizzo dell’auto ai tanti pendolari che lo frequentano. Non trascuriamo il ruolo anche dal punto di vista turistico considerato l’aspetto storico e paesaggistico che il treno, con le sue fermate attraversa;

– AMT Cremagliera Granarolo, classico esempio di collegamento verticale utile ai cittadini, il nuovo look rende interessante questo mezzo anche per una sua promozione turistica;

– AMT Navebus. Gli enti locali insieme ad AMT hanno continuato a mantenere, grazie ai finanziamenti ad hoc, l’unico collegamento via mare del trasporto pubblico locale. Il mezzo, fortemente voluto anche dalla popolazione locale, rappresenta un collegamento d’eccellenza tra il ponente genovese (Pegli) e il cuore del Porto Antico. Anche questo mezzo, da un punto di vista turistico, rappresenta una eccellenza considerato il suo percorso all’interno del Porto di Genova;

– Tuttagenovabiketoschool è una realtà genovese di genitori e non che hanno coinvolto le scuole e promosso l’iniziativa, realizzata il 21 marzo, “Tutta Genova bike to school”. Ad organizzare l’evento sono state alcune associazioni tra cui tRiciclo – Bambini a basso impatto, Cicloriparo, Il Cesto, Fiab – Amici della Bicicletta Genova e i Cittadini Sostenibili con l’obbiettivo di chiedere al Comune di Genova politiche concrete a favore di una mobilità sostenibile e sicura in bicicletta.

– Adriana, la “ciclista ignorante”, aggiusta tutti i modelli di biciclette ed esegue tutte le lavorazioni per rimettere in sesto una bici, compreso il montaggio totale. Fornisce consulenze ai bikehotel per migliorare l’ospitalità e a chi si sposta in bici per turismo fornisce utili suggerimenti. Circa 4 anni fa è tornata in sella alla sua bicicletta e da quel momento è cambiato tutto: ha girato un po’ l’Italia, ha frequentato parecchi corsi di ciclomeccanica e ha costruito la sua nuova quotidianità di ciclista urbana.

– Ecobike courier nasce nel 2011 come primo servizio di recapito ecologico a Genova, specializzato nel delivery di ultimo miglio. Già presenti in tutte le principali città del mondo, i corrieri in bicicletta sono la naturale ed ecologica evoluzione dei pony express.

– Associazione Bicircolo fornisce la possibilità di utilizzare la bicicletta anche sulle salite genovesi elettrificandole. Attraverso l’elettrificazione la pedalata acquista una morbidezza inaspettata. Chi scopre Genova e la Liguria può quindi allo stesso tempo godere di panorami mozzafiato e di una pedalata leggera.La prima giornata a bordo del convoglio ambientalista prosegue alle ore 16, con l’apertura delle carrozze-mostra al pubblico. Alle ore 17:30 ci sarà sul Lungomare Canepa il flash mob “No allo smog”. La giornata si concluderà a bordo del Treno Verde alle 19, quando avrà inizio l’Aperitreno, un aperitivo durante il quale si parlerà della qualità dell’aria in città e del progetto “Volontari per Natura”.

Il programma di mercoledì 27 marzo

Dalle 8:30 alle 14  A scuola di mobilità: le classi salgono a bordo del Treno Verde

Dalle 16 alle 19 – Apertura al pubblico. Sarà presente il cicloriparo FIAB per piccole riparazioni gratuite della propria bici

Ore 17:30 – Incontro “Dal dire al pedalare, prospettive per una città ciclabile. Il caso Corso Italia”

Introduce Romolo Solari, Presidente FIAB Genova

Sono stati invitati a partecipare:

Stefano Balleari, Assessore alla mobilità comune di Genova

Francesco Vesco, Presidente Municipio VIII Medio Levante

Enrico Musso, Direttore Centro Italiano di Eccellenza sui Trasporti la Logistica e le Infrastrutture

Luca Dolmetta, LD+SR architetti

Conclude: Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria

Giovedì 28 marzo

Dalle 8:30 alle 14  A scuola di mobilità: le classi salgono a bordo del Treno Verde

Ore 11 – Conferenza stampa di presentazione dei dati del monitoraggio scientifico di Legambiente sull’inquinamento atmosferico a Genova

Intervengono:

Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria

Davide Sabbadin, Portavoce Treno Verde

Giovanna Braghieri, Direttore Regionale Trenitalia

E’ stato invitato a partecipare Matteo Campora, Assessore all’Ambiente Comune di Genova

A seguire tavola rotonda “Politiche, programmi ed azioni per il miglioramento della qualità dell’aria e il miglioramento delle performance ambientali della Città”

Partecipano:

Fiorenzo Pampolini, Esperto mobilità pubblica

Marco Silvestri -General Manager Genova Car Sharing SpA

Walter Pilloni – Presidente Ecomission

Dalle 16 alle 19 – Apertura al pubblico


Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: