Annunci
Ultime notizie di cronaca

Minaccia di buttarsi dal Monumentale. Restano inascoltati gli appelli a chiudere l’acceso

Il quarantenne è stato convinto a scendere ed è stato messo in salvo, ma questo episodio mette in luce un’altra volta che il Comune non ha ancora ascoltato le richieste di Municipio e forze dell’ordine di realizzare un cancello che impedisca di salire sul ponte

L’ennesima minaccia di suicidio è avvenuta questo pomeriggio. Un quarantenne ha minacciato di mettere fine alla sua vita gettandosi dal Ponte Monumentale nella sottostante via XX. Presenti i soccorsi del 118 (che hanno poi portato l’uomo in codice giallo al Galliera), le forze dell’ordine, la polizia locale, i vigili del fuoco con l’autoscala. In queste occasioni si deve interrompere il transito in via XX per posizionare il materasso che, nel caso in cui l’aspirante suicida decida di lanciarsi, attenuerebbe gli effetti della caduta.

È evidente che l’amministrazione comunale, nonostante i ripetuti appelli del Municipio Centro Est e persino dei carabinieri della stazione di competenza non hanno ancora chiuso il passaggio al ponte da Santo Stefano. Arrivare in zona pericolosa è facilissimo: non bisogna nemmeno scavalcare ma, semplicemente camminare fino alla mensola del ponte.

In una situazione di questo genere e considerato la risonanza mediatica di eventi come questo, sono in molti, insieme ai veri aspiranti suicidi, a salire sul ponte per rivendicare le più svariate esigenze, creando difficoltà alla viabilità, a chi viaggia sui mezzi pubblici, ai commercianti della zona.

A questo si aggiunge il fatto che chi vuole ammazzarsi davvero, come l’uomo che si è gettato dal ponte schiantandosi al suolo in via XX nell’aprile 2018, non ha alcun impedimento a mettere in pratica il suo gesto disperato.
Basterebbe una grigia. Ma il Comune, per adesso, non ha accolto le richieste.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: