Annunci
Ultime notizie di cronaca

Via 30 Giugno doveva essere riaperta domenica, ma se la sono dimenticata fino alle 8:50 di stamani

Mentre in Valpolcevera i cittadini affrontavano un lunedì mattina di code, nessuno si è premurato di rimuovere divieto e transenne che avevano chiuso la strada. La mail del “via libera” dal cantiere sarebbe arrivata puntuale, ma in un ufficio chiuso fino a stamattina. Nessuno ha pensato a evitare disagi inutili a un territorio martoriato

I lavori per portare a terra il primo degli impalcati del ponte Morandi si sono conclusi puntualmente domenica sera, ma via 30 Giugno è rimasta chiusa tutta la notte e anche per una parte della mattina, mentre il traffico aumentava, le code si moltiplicavano, il caos regnava sovrano nella viabilità del lunedì mattina in Valpolcevera. Sono passate le 6, le 6:30, le 7, poi le 7:30, ma nessun segnale è arrivato per riaprire la strada di sponda che salva dall’ingorgo l’intera vallata. Sono arrivate anche le 8, poi le 8:30 mentre i cittadini si chiedevano cosa fosse andato storto nel cantiere, ma nulla: la strada rimaneva chiusa ad arrecare disagio ai cittadini. Nel comunicato diffuso mercoledì 6 gennaio e pubblicato da tutti i giornali stava scritto: <Smontaggio di Ponte Morandi, via 30 Giugno chiusa dalle 6 di domani, giovedì 7 febbraio, fino a fine lavori, prevista entro le 21 di domenica 10 febbraio>. Il messaggio Telegram parlava, invece delle 24.00 di domenica.
Finalmente, alle 8:50, mentre i clacson facevano da colonna sonora alla mattinata e gli automobilisti rimanevano prigionieri in coda, la strada è stata riaperta e, alle 8:55, sul canale Telegram della protezione civile è arrivato il messaggio: “Via 30 Giugno è di nuovo transitabile”.
Cosa è successo? Nulla di nulla. I cantieri hanno chiuso all’orario previsto, domenica sera. Semplicemente si sono semplicemente dimenticati di riaprire la strada. Per la precisione, secondo i bene informati il cantiere ha mandato la mail di chiusura lavori, che però non è arrivato al Centro operativo della polizia locale se non la mattina alle 8:50. A riceverlo è stato un ufficio chiuso fino a stamattina. Nessuno si è posto il problema che la strada doveva essere riaperta. Nessuno, negli uffici della Mobilità comunale ha pensato che a fine lavori la strada doveva essere resa di nuovo accessibile e si è chiesto come mai non arrivava il via libera da trasmettere alla polizia locale. Quando si dice avere a cuore i cittadini…

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: