Le ultime notizie

L’economia a Genova nel I semestre 2016, impietosa fotografia fatta coi numeri di una città che non cammina

<I dati dell’economia genovese, nel primo semestre 2016, registrano una sostanziale stabilità: se da un lato si affievolisce la ripresa economica di fine 2015 nel quadro di una domanda interna ancora debole, dall’altro non mancano segnali positivi provenienti dai buoni risultati dei flussi turistici e dell’attività portuale il cui traffico passeggeri risulta in consistente aumento. Segnali incoraggianti anche dal mercato del lavoro che registra, a livello regionale, un incremento degli occupati unitamente alla diminuzione delle ore di cassa integrazione> questa è l’analisi tutto sommato ottimistica del Comune che ha pubblicato il “Cruscotto dell’economia genovese nel I semestre 2016. Però, leggendo i dati, emerge un’altra realtà. Quelli del turismo risultano in decrescita, la decelerazione dell’inflazione è recessione e il calo del tasso di inattività viene dai pensionamenti e non dall’occupazione vera e propria. Questo determina, statisticamente, una risalita del tasso di occupazione (delle persone in età lavorativa) che è comunque inferiore al tasso del Nord Ovest e persino a quello nazionale che pure è gravato dai pesanti segni meno del Sud. Le nuove imprese continuano a calare e aumentano quelle avviate da stranieri, per lo più imprese individuali  e per lo più del settore dell’edilizia, perché le aziende edili strutturate non assumono più, reclutano “micro aziende” composte da una sola persona (praticamente muratori con la partita Iva) per scaricare costi e oneri burocratici. Queste aziende “one man band” sono le più fragili insieme a quelle del commercio. Insieme hanno il record dei fallimenti. Il calo delle imprese gestite dai giovani (-7,1%) è la cartina di Tornasole della mancanza di fiducia (di mezzi e di strumenti) delle giovani generazioni. In porto sono in calo gli imbarchi e gli sbarchi di oli minerali e rinfuse.

Nel corso del primo semestre 2016 la dinamica tendenziale dei prezzi al consumo risulta in decelerazione: a partire da febbraio i livelli dei prezzi registrano valori deflattivi che si mantengono a giugno superiori al dato nazionale. L’andamento dei prezzi risente della contrazione della componente energetica e della contenuta dinamica della componente di fondo.

Per quanto concerne il mercato del lavoro i dati del secondo trimestre 2016, confrontati con quelli dello stesso periodo dell’anno precedente, evidenziano la risalita del tasso di occupazione il cui incremento regionale (+0,5%) risulta però più contenuto di quello nazionale e del nord ovest. Il trend positivo è confermato anche dal calo del tasso di inattività anche se lo scenario resta ancora preoccupante come conferma la risalita del tasso di disoccupazione.

Nel Comune di Genova, nel primo semestre 2016, il numero delle nuove imprese iscritte alla Camera di Commercio risulta in diminuzione rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (101 imprese in meno pari a -5,0%) mentre aumenta lievemente il totale delle imprese attive (+0,2%). In particolare si rileva la ripresa delle attività immobiliari e di quelle operanti nel comparto turistico mentre risentono ancora della crisi le attività manifatturiere, commerciali, quelle legate al trasporto e magazzinaggio e il settore delle costruzioni.

Nel primo semestre 2016, rispetto alla fine dell’anno precedente, risultano in aumento del 2,2% le attività avviate da stranieri, soprattutto nei settori del commercio e delle costruzioni. Pur trattandosi spesso di imprese individuali, quasi un terzo delle imprese edili genovesi sono gestite da stranieri.

Risulta consistente il calo delle imprese gestite dai giovani (-7,1%) mentre è stabile il settore dell’imprenditoria femminile.

Il numero dei fallimenti dichiarati dalle società (64) è pari a quello registrato nel primo semestre 2015; il commercio resta l’attività maggiormente colpita insieme al settore edilizio.

Aumenta il numero delle start up che risultano 86 alla fine del I semestre. Il principale ambito operativo è rappresentato del settore dei servizi, in particolare quelli avanzati (produzione di software, ricerca e sviluppo, servizi ICT, altre attività professionali, scientifiche e tecniche).

Il traffico portuale, con particolare riferimento al movimento delle merci, registra una diminuzione sia per l’imbarco (-2,5%) che per lo sbarco (-3,2%); risultano in flessione soprattutto gli imbarchi e gli sbarchi di oli minerali e rinfuse. Risulta invece stabile il movimento containerizzato. Nel primo semestre 2016 si registra un considerevole aumento del traffico passeggeri rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: in particolare i crocieristi aumentano dell’11,5% mentre il numero dei passeggeri dei traghetti cresce del 9,2%.

Il turismo registra una lieve flessione degli arrivi da attribuirsi al calo del flusso dei turisti sia italiani sia stranieri. La Francia conserva il primato relativo agli arrivi di turisti stranieri seguita dalla Germania e dagli Stati Uniti. Nel primo semestre, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, risulta in forte aumento il numero di arrivi di turisti argentini (+47,1%) e giapponesi (+33,8%) mentre calano i brasiliani (-31,7%) e i cinesi (-29,0%).

Fra gli aspetti maggiormente positivi registrati nei primi sei mesi del 2016 si segnala il consistente incremento delle presenze dei visitatori nei musei civici (+21,0% rispetto al primo semestre dell’anno precedente) e il considerevole aumento (+24,6%) dei visitatori dell’Acquario che ha beneficiato della nuova attrazione rappresentata dagli squali grigi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: