Le ultime notizie

La Regione chiede lo stato d’emergenza al Governo per il maltempo del 14 ottobre

A seguito dei danni causati dal maltempo che si è abbattuto su tutto il territorio regionale lo scorso 14 ottobre, la Regione Liguria ha chiesto oggi al Governo, attraverso il Dipartimento Nazionale della Protezione civile, lo stato di emergenza. La richiesta è stata firmata dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti su indicazione dell’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone a seguito del censimento effettuato dai tecnici del Dipartimento. Quindici i Comuni del Tigullio che sono stati particolarmente interessati dall’ultima ondata di maltempo che ha provocato danni in particolare alla viabilità e alle linee elettriche: Avegno, Bargagli, Bogliasco, Camogli, Chiavari, Genova, Lumarzo, Pieve Ligure, Portofino, Rapallo, Recco, Sori, Uscio, Zoagli. <I danni quantificati sono nell’ordine dei 4 milioni di euro – spiega l’assessore Giampedrone – Pertanto, anche sulla base delle richieste presentate dai Comuni, abbiamo ravvisato l’esigenza di rivolgerci al Governo per ottenere lo Stato di emergenza e supportare così al meglio, sia i sindaci, sia i soggetti privati nell’opera di ripristino delle normali condizioni. L’auspicio è che il Governo riconosca al più presto le esigenze del nostro territorio, attraverso un’adeguata corresponsione  di risorse per poter dar corso, attraverso le somme urgenze, al recupero dei danni>.

albeto caduto sui binari ferrovia maltempo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: