Le ultime notizie

La Tosse in Famiglia, sette mesi di spettacoli tra storie fantastiche e grandi classici. Si parte domenica col “Gatto dagli stivali”

 

 

16-magnifica-tempesta (640x360).jpg

Undici stagioni a prezzi invariati , 16 mila presenze lo scorso anno, 60% di spettatori in più negli ultimi 4 anni, 20 spettacoli domenicali in cartellone, 22 titoli mattutini, 5 produzioni Tosse e una coproduzione in prima nazionale con il Teatro del Piccione. Sono questi i numeri della Tosse in Famiglia, la serie di spettacoli dedicati ai più piccini e ai ragazzi, la cui nuova stagione parte domenica alle 16 con “Il Gatto dagli stivali” del Teatrino dell’Erbamatta e prosegue senza sosta fino a maggio. Al fianco di questa esperienza continua anche quella del Teatro per le scuole (con gli spettacoli al mattino alle 10). E proprio per le mattine dedicate al teatro ragazzi occorre subito segnalare due spettacoli di forte impegno sociale, in collaborazione con l’istituto Chiossone e l’Associazione Libera.
Parliamo nella fattispecie (il 4 aprile) di “Teatro senza un senso … quello della vista” della Compagnia Ma. Te. – uno spettacolo dei sensi interattivo in cui il pubblico bendato e dotato di cuffie wi-fi assiste allo spettacolo attraverso gli altri sensi – e (il 9 maggio) di “Radio Aut la voce di Peppino Impastato” della Compagnia Onirika del Sud presenta R, che racconta la lotta di Impastato contro le mafie e il dolore di una madre che perde il figlio. A seguire un incontro con l’associazione Libera che da molti anni è impegnata sul territorio per combattere le Mafie. oltre a questo poi ci sarà anche spazio per il progetto “Cos’è casa” in collaborazione con il Teatro del Piccione, per una riflessione artistica e poetica per e con le nuove generazioni sul concetto di identità e casa, un contenitore di esperienze che mette in atto modalità partecipative per analizzare un tema universale e filosofico di urgente attualità.
I tre spettacoli sono: “Piccoli eroi”, “Escargot” e “Pollicino”.

Ma torniamo alla Tosse in Famiglia. Nei prossimi sette mesi saranno 20 i titoli della domenica pomeriggio e 22 quelli delle mattine. Spettacoli che rappresentano il meglio della scena nazionale di teatro ragazzi con lavori che mischiano le tecniche del teatro: prosa, narrazione, musica, pupazzi, marionette, attore, circo, bolle, clownerie, acrobazie, danza e burattini.
Protagonisti della stagione 2016/2017 sono le favole, i mostri, le principesse, i pirati, le bolle di sapone, l’avventura e temi sociali importanti come il rispetto delle donne, non avere paura del diverso, la solidarietà e l’ecologia.
Il primo appuntamento, come detto, è domenica con il Teatrino dell’Erbamatta che ritorna con un grande classico delle fiabe, “Il Gatto dagli stivali”. Sul palco in un susseguirsi di spassose trovate si alternano pupazzi di gommapiuma, musica e attori. La settimana successiva (20 novembre) il Teatro del Buratto presenta “Il mio amico mostro”, la storia della piccola Alice che impara a non aver paura dei mostri e anzi con molti di loro diventerà amica. “C’era una vola un Re – No! C’era una volta una principessa” del Teatro dell’Orsa, uno spettacolo che con delicatezza affronta il tema del rispetto della donna, perché in ogni fiaba che si rispetti c’è una Principessa coraggiosa va invece in scena il 27 novembre.
Dicembre si apre con “Caino e Abele” della Compagnia Rodisio, storia attualizzata dove i due fratelli sono due breakers. Spettacolo di danza.
L’11 dicembre arriva sul palco il classico di Kipling “Capitani coraggiosi”, un’avventura a perdifiato che esalta il senso dell’amicizia, del coraggio e del rispetto del prossimo, a cura di Bam Bam Teatro /Fondazione musicale S. Cecilia /Teatro Comunale Luigi Russolo di Porto Gruaro. Il 18 dicembre spazio a “Cantafavole di Natale” ovvero un suonatore narratore che si snoda tra filastrocche e canzoncine natalizie di Kosmocomico teatro.
Il giorno della Befana prima produzione targata Tosse con” Canta canta cantastorie”, dove si raccontano tre opere celebri come “La gazza ladra”, “La tarantella di Pulcinella” e “Alì Babà”. Il 15 gennaio va in scena le “Favole della saggezza” de I Teatrini che grazie a maschere e percussioni fanno vivere in scena le più famose favole di Esopo.
La Fondazione TRG porta in scena “Twiribo” il 22 gennaio, una delicata favola sull’ecosostenibilità raccontata con il linguaggio del circo, mentre la settimana successiva ,il 29 gennaio, arriva “Cenerentola across the universe”, un’esilarante rivisitazione della fiaba classica che diverte e commuove con una colonna sonora che spazia dai Beatles ai Depeche Mode (Compagnia La Luna nel letto). Il 5 e il 12 febbraio due produzione Tosse con i burattini di Luzzati e Cereseto protagonisti dell’”Alì Babà” e a seguire “Pinocchio illustrato” con Pietro Fabbri.
Altra fiaba classica il 19 febbraio con “Il brutto anatroccolo” di Proscenio teatro a cui seguono altre due produzione Tosse “Al Lupo al lupo, la vera storia dei tre porcellini” (26 febbraio) e “La favola del flauto magico” (5 marzo) in stile operina con i burattini di Luzzati Cereseto e musica e canzoni eseguite dal vivo.
Il 12 marzo tornano le bolle di sapone di Michele Cafaggi con il suo nuovo spettacolo “Una magnifica tempesta – una storia di mare, rifiuti e bolle di sapone””.
Il classico di Andersen “I vestiti nuovi dell’imperatore” sarà in scena nella versione del Teatro Verdi il 19 marzo mentre Claudio Milani porterà “Bu! Una divertente storia di paura” il 26 marzo per ridere e vincere le paure più nascoste. La compagnia Ma.Te. il 2 aprile presenta “Fiabe italiane” per riscoprire le antiche storie popolari della nostra terra. Si chiude il 9 aprile con la coproduzione Tosse/Teatro del Piccione che stanno lavorando alla rappresentazione di un grande classico: “Pollicino sulle tracce di …”

Tutti gli spettacoli iniziano alle 16. Alle 15 si parte con i laboratori gratuiti con il biglietto dello spettacolo, che ogni settimana insegnano ai più giovani a costruire, inventare, trasformare, riciclare e imparare divertendosi.
Sempre a partire dalle 15 e per tutto il giorno, nel foyer c’è a disposizione dei più piccoli uno spazio protetto, dove i bambini possono trovare draghi, serpenti, tartarughe, cavalieri e tanti giochi, mentre i fratelli maggiori possono usufruire dei libri per ragazzi della nostra biblioteca ragazzi.
Continua anche l’Operazione Robin Hood, la raccolta fondi che permette ai bambini di famiglie in difficoltà di vedere gratuitamente gli spettacoli del cartellone dedicato alle scuole.
I biglietti Robin Hood possono essere richiesti dalle scuole, i centri, le associazioni direttamente all’ufficio scuola del Teatro della Tosse. Data la disponibilità limitata, si raccomanda di chiederne solo per casi di effettiva necessità.
Chi desidera donare dei biglietti può presentarsi direttamente in Teatro o effettuare un versamento su BANCO POSTA – IBAN: IT75 E076 0101 4000 00069163 822 intestato a Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse Onlus piazza Renato Negri 6/2 16123 Genova, precisando la causale del versamento.”EROGAZIONE BIGLIETTI GRATUITI”.
Vi ricordiamo che essendo il Teatro della Tosse una Onlus, le erogazioni liberali possono essere dedotte dai redditi del donante.

Il Teatro della Tosse anche quest’anno è anche uno dei punti di raccolta del progetto Help! Charity Shop di CCS Italia. Sarà possibile portare in teatro libri, cd e dvd per ragazzi, giochi, vestiti, maschere e accessori, tutto il materiale raccolto sarà poi esposto al point genovese di via Scurreria e il ricavato sarà trasformato in pasti caldi, kit sanitari e scolastici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: