Le ultime notizie

Le polveri nelle buste inviate a Equitalia non sono pericolose

All’Istituto Zooprofilattico di Torino sono stati eseguiti gli esami dei campioni arrivati da Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta Hanno dato esito negativo le analisi fatte dall’Istituto Zooprofilattico sulle polveri sospette spedite per posta a sedi di Equitalia di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e provenienti dalle città di Aosta, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbania, Genova, Imperia, La Spezia e Savona.
Il lavoro della Task Force contro il bioterrorismo, diretta da Alessandro Dondo, è stato condotto in un laboratorio dotato di particolari misure di sicurezza, con una pressione mai registrata prima per l’arrivo in contemporanea di numerose buste contenenti polveri sospette. <Per individuare l’eventuale presenza di sostanze pericolose – dice il Direttore Generale dello Zooprofilattico, Maria Caramelli – abbiamo utilizzato tecniche di biologia molecolare. Le analisi eseguite hanno dato esito negativo per i principali agenti di bioterrorismo indicati dalle organizzazioni internazionali – antrace, peste, brucellosi e tularemia – malattie ad alto tasso di mortalità che si diffondono rapidamente tra le persone attraverso l’inalazione i batteri”.

24/10/2011 Roma, nella foto il logo di Equitalia, la società' incaricata dall'Agenzia delle Entrate della riscossione dei tributi

24/10/2011 Roma, nella foto il logo di Equitalia, la società’ incaricata dall’Agenzia delle Entrate della riscossione dei tributi

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: