Annunci

Formazione continua per i marittimi italiani. La Cgil denuncia: “Rischiano di rimanere a terra”

Sono migliaia i marittimi italiani che rischiano di perdere il posto di lavoro a seguito delle nuove disposizioni del Ministero dei Trasporti sui certificati. Le nuove certificazioni chieste dal Ministero appaiono come una sorta di gabella imposta a chi da anni naviga in sicurezza e seguendo le norme del mare. <Se da un lato lo spirito della proposta è condivisibile, favorendo la formazione professionale continua – dicono Giacomo Santoro, segretario generale Filt Cgil ed Enrico Mascheri, responsabile dei marittimi all’interno della Filt – , dall’altro la stessa è costruita in modo tale da non poter essere perseguita. Un punto su tutti il numero di ore di formazione che possono essere anche superiori a 300 l’anno mettendo in serio rischio l’ottenimento dell’imbarco.
Insomma una situazione molto pericolosa vissuta con superficialità dal Ministero, ma non dai marittimi italiani che non resteranno inerti davanti allo sfacelo della categoria>.
La Filt Cgil di Genova si farà carico di portare le preoccupazioni alla Segreteria nazionale per mettere in campo le necessarie azioni di lotta a sostegno dei marittimi italiani.

marittimi

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: