Le ultime notizie

Rolli Days 15/16 ottobre, tutte le novità dell’edizione di ottobre

L’appuntamento con le raffinate dimore cinquecentesche si conferma fra i più attesi, dopo il grande successo delle due edizioni di primavera che hanno registrato oltre 160 mila presenze, offrendo a genovesi e turisti l’opportunità di conoscere da vicino i gioielli architettonici che erano destinati ad accogliere cardinali, principi e viceré

palazzo-bianco-turisti-inverno

Protagoniste dell’ottobre dei Rolli saranno le nuove stanze della Duchessa di Galliera che apriranno al pubblico a Palazzo Rosso per la prima volta, restaurate e allestite con i preziosi arredi.
Tra i 24 palazzi coinvolti, prima volta anche per Palazzo Grillo in piazza delle Vigne, splendida dimora cinquecentesca, dopo l’importante intervento di riqualificazione e per Palazzo Serra Gerace che conserva, al piano nobile, stucchi e affreschi settecenteschi opera di Paolo Gerolamo Piola e Jacopo Antonio Boni.

https://youtu.be/UE8i1_IHTmU

Apertura straordinaria anche per il Complesso di Architettura – ex Convento di San Silvestro. L’Università sceglie di avere sempre maggiore contatto con il Centro Storico, rendendo accessibile a tutti un insieme stratificato e articolato come quello di Stradone Sant’Agostino.
Inoltre, grazie alla collaborazione dell’ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Genova, la proposta interesserà anche alcune chiese del Centro storico più direttamente legate alle famiglie committenti dei Palazzi dei Rolli
Sempre importante il ruolo dell’Università degli Studi di Genova. Come consuetudine verranno riproposte le speciali visite agli interni a cura degli studenti e dei ricercatori in Beni Culturali.
Oltre agli studenti universitari anche in questa edizione sono coinvolti molti studenti di Scuole Superiori cittadine (Liceo Scientifico Cassini, Liceo Linguistico Deledda, Istituto per il Turismo Firpo-Buonarroti e Istituto Tecnico C. Rosselli) che partecipano al Progetto di Alternanza Scuola Lavoro impegnati nell’accoglienza dei visitatori.

ROLLI DAYS 15-16 OTTOBRE 2016 – I PALAZZI APERTI

  1. Palazzo Tobia Pallavicino – Via Garibaldi 4 – interni visitabili
  2. Palazzo Angelo Giovanni Spinola – Via Garibaldi 5 – atrio visitabile
  3. Palazzo Nicolosio Lomellino – Via Garibaldi 7 – interni visitabili
  4. Palazzo Luca Grimaldi (Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco) – Via Garibaldi 11 – interni visitabili
  5. Palazzo Nicolò Grimaldi (Musei di Strada Nuova – Palazzo Tursi) – Via Garibaldi 9 – interni visitabili
  6. Palazzo Ridolfo Maria e Gio Francesco I Brignole Sale (Musei di Strada Nuova – Palazzo Rosso) – Via Garibaldi 18 – interni visitabili
  7. Palazzo Gerolamo Grimaldi (Palazzo della Meridiana) – Salita San Francesco 4 – atrio visitabile
  8. Palazzo Stefano Lomellini (Palazzo Doria Lamba) – Via Cairoli 18 – atrio visitabile
  9. Palazzo De Ferrari Belimbau (Università degli Studi di Genova) – Piazza della Nunziata, 2 interni visitabili
  10. Palazzo Nicolò Lomellini (Palazzo Lauro) – Piazza della Nunziata 5 – atrio visitabile
  11. Palazzo Giacomo e Pantaleo Balbi (Università degli Studi di Genova) – Via Balbi 4 – interni visitabili
  12. Palazzo Stefano Balbi (Museo di Palazzo Reale) – Via Balbi 10 – interni visitabili
  13. Palazzo G. B. Centurione – Via del Campo 1- interni visitabili
  14. Palazzo Cesare Durazzo – Via del Campo 12- interni visitabili
  15. Palazzo Francesco Grimaldi (Galleria Nazionale di Palazzo Spinola) – Piazza Pellicceria 1 – interni visitabili
  16. Palazzo Nicola Grimaldi – Vico San Luca 2 – interni visitabili
  17. Palazzo Ambrogio Di Negro – Via San Luca 2 – interni visitabili
  18. Palazzo Gio Vincenzo Imperiale – Piazza Campetto 8 – interni visitabili
  19. Palazzo De Marini Croce – Piazza De Marini, 1 – atrio visitabile
  20. Palazzo Cattaneo della Volta – Piazza Cattaneo 26 – interni visitabili
  21. Palazzo Grillo Cattaneo – Piazza Grillo Cattaneo 1 – atrio visitabile
  22. Palazzo Marcantonio Sauli – Via San Bernardo 19 – atrio visitabile
  23. Palazzo Serra Gerace – Via di Sottoripa – interni visitabili NOVITA’
  24. Palazzo Domenico Grillo – Piazza delle Vigne 4 – interni visitabili NOVITA’

CHIESE COINVOLTE

  1. Chiesa della Santissima Annunziata – Piazza della Nunziata
  2. Chiesa di San Pancrazio – Piazza S.Pancrazio
  3. Chiesa di San Luca – Piazza S.Luca
  4. Chiesa di San Pietro in Banchi – Piazza Banchi
  5. Basilica delle Vigne – Piazza delle Vigne
  6. Chiesa di S. Donato – Via S. Donato
  7. Oratorio S.S. Pietro e Paolo – Via S. Bernardo
  8. Complesso S.Maria di Castello – Sal.S.M.di Castello
  9. Chiesa S.Cosma e Damiano – Piazza S. Cosimo
  10. Chiesa di San Carlo – Via Balbi

Aperti anche:

  • Dipartimento di Scienze dell’Architettura, Complesso monumentale ex Stradone di S. Agostino
  • Villa del Principe – Piazza del Principe
  • Albergo dei Poveri – piazzale Emanuele Brignole (visite all’area monumentale)

Visite guidate a cura di guide turistiche abilitate in italiano, inglese, per bambini e per famiglie. Le visite sono a pagamento, e si possono acquistare online su www.visitgenoa.it o di persona presso gli uffici IAT http://www.visitgenoa.it/it/iat. Non è possibile prenotare le visite telefonicamente

Visita guidata dedicata a persone non vedenti – sabato 15 ottobre, ore 10

Visita guidata dedicata a persone con disturbi dello spettro autistico – domenica 16 ottobre, ore 10 (in collaborazione con l’Accademia Philos)

Partenza dall’atrio di Palazzo Rosso. Per info e prenotazioni Lidia Schichter: tel. 328.4222168 – lidiaschichter@gmail.com

Visita guidata in LIS dedicata a persone sorde – domenica 16 ottobre ore 15.30

Partenza dall’atrio di Palazzo Rosso. Visita gratuita.

È obbligatoria la prenotazione.

Numero massimo di partecipanti: 15 persone. Durata: 2 h. circa.

A cura di Carlo Di Biase.

Per informazioni e prenotazioni Carlo di Biase: dibimac@hotmail.com

Per tutte le informazioni sul programma e le modalità di visita: www.visitgenoa.it; www.rolliestradenuove.it

Dettaglio delle principali novità

MUSEI DI STRADA NUOVA – PALAZZO ROSSO

“L’Ottocento a Palazzo Rosso: le stanze della Duchessa.”

Dopo il collegamento fra Palazzo Bianco e Palazzo Tursi, inaugurato nello scorso maggio, apriranno al pubblico in ottobre, gli ambienti dell’ultimo piano di Palazzo Rosso – in tutto cinque nuove sale – dedicate ad arredi, sculture e dipinti dell’Ottocento. Il recupero degli ambienti e delle opere esposte è stato reso possibile grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, sponsor storico del restauro di Palazzo Rosso. Questi “nuovi” ambienti, che furono abitati dalle ultime due generazioni della famiglia Brignole-Sale, costituiscono un inedito ampliamento del percorso dei Musei di Strada Nuova dato che i pezzi presentati furono riuniti a Genova e a Parigi tra il 1840 e il 1888 e per la prima volta vengono esposti stabilmente e in maniera organica. *Accesso agli appartamenti a numero chiuso

PALAZZO DOMENICO GRILLO – PIAZZA DELLE VIGNE 4

Costruito da Domenico Grillo nel 1545, il palazzo venne inserito nel terzo bussolo all’interno del rollo del 1588. Dimora della famiglia Grillo, che deteneva il prestigioso giuspatronato della chiesa di Nostra Signore delle Vigne su cui il palazzo si affaccia, rimarrà in mano alla famiglia sino agli inizi del XVIII secolo, quando una grande vendita pubblica alienerà lo straordinario patrimonio di Marc’Antonio Grillo restituendoci, al contempo, una fotografia molto nitida della ricchezza degli arredi che adornavano le sue sale. La decorazione è opera di Giovanni Battista Castello, detto il Bergamasco: tra soggetti più usuali i temi tratti dalla tragedia greca come il Carro del Sole e le Storie di Psiche, segno del clima culturalmente elevato che si respirava nella Genova del Cinquecento. Danneggiato durante i bombardamenti francesi del 1684, il Palazzo venne “restaurato” da Domenico Piola, riconoscibile negli affreschi dello spazio un tempo dedicato alla Cappella. Il palazzo è stato interamente restaurato e recuperato con un lungo intervento durato alcuni anni.

PALAZZO SERRA GERACE – VIA DI SOTTORIPA 5

Eretto nelle forme attuali a partire dal 1677 per volere di Gerolamo Serra, il palazzo prende il nome attuale grazie all’unione in matrimonio nel 1764 di Giovanni Battista Serra con Maria Antonietta Grimaldi Oliva, ultima erede dei Principi di Gerace. L’edificio s’imposta su preesistenze medievali prospicienti la Ripa maris sul lato sud, mentre sul lato nord il palazzo affaccia sull’antica chiesa di San Pancrazio, giuspatronato della famiglia Pallavicini, probabile prima proprietaria dell’area su cui esso sorge.

Sia l’aspetto architettonico che quello decorativo afferiscono al XVII e XVIII secolo. Sulle pareti del piano nobile gli affreschi di Paolo Gerolamo Piola e Jacopo Antonio Boni, che narrano le vicende di Enea tratte probabilmente dai testi virgiliani.

Dopo i restauri condotti nel 1992, il palazzo è stato negli ultimi anni nuovamente oggetto di interventi di adeguamento e ripristino, che ne hanno consentito il reimpiego completo e la salvaguardia delle importanti testimonianze artistiche.

UNIVERSITÀ COMPLESSO DI ARCHITETTURA – ex Convento di san Silvestro

Apertura straordinaria – visite guidate

Con l’apertura del complesso di Architettura, l’Università sceglie di avere sempre maggiore contatto con il Centro Storico, rendendo disponibile un insieme stratificato e articolato come quello di Stradone Sant’Agostino. In occasione delle giornate dei Rolli, ideate per valorizzare il Patrimonio UNESCO della città, tale “presenza” risulta essere ancora più significativa perché l’ex Convento di San Silvestro si trova al centro di un’area antichissima e ancora poco conosciuta e vissuta. Il sito, insieme alla Chiesa di San Donato e alla Chiesa di Santa Maria di Castello, infatti, abbracciava e abbraccia la zona di Platea Longa, antico nucleo della Genova romana e medievale.
Architettura, con gli spazi recuperati al degrado e, ora intensamente vissuti dagli studenti, si apre al pubblico con un itinerario straordinario, da Via San Bernardo verso la collina di Castello per finire nell’area di Sarzano.

Mostra – evento (ingresso libero) – Mostra multimediale, a cura del Dipartimento di Scienze per l’Architettura, dedicata ai Palazzi dell’Università, visitabile durante i Rolli Days nello spazio del Cisternone (accesso da Stradone Sant’Agostino).

Visita Multimediale – Beacon Bluetooth – Un sistema di visita innovativo e sino ad ora mai utilizzato in Europa nel campo culturale, che permetterà di vivere un’esperienza immersiva attraverso un percorso di visita di nuova concezione, disponibile in lingua italiana e inglese.  I visitatori saranno invitati a seguire le indicazioni sul posto e a tenere acceso il Bluetooth dello smartphone.

Aperture speciali

COMPLESSO MONUMENTALE – ALBERGO DEI POVERI- Piazzale Emanuele Brignole

Sabato 15 e domenica 16 ore 10 -19 visite all’area monumentale

L’Albergo dei Poveri nacque a Genova a metà del 1600 come istituzione caritatevole da parte del nobile Emanuele Brignole, per offrire ricovero, alimentazione e istruzione ai più indigenti.

VILLA DEL PRINCIPE – Piazza Del Principe 4

ingresso con visita guidata € 6

giardino visitabile gratuitamente

COMPLESSO MUSEALE DI SANT’AGOSTINO (Chiesa e Museo) – PIAZZA SARZANO 35

Chiesa Sant’Agostino:

“Sulle Tracce del Medioevo Genovese”percorsi medievali nella Chiesa di Sant’Agostino dopo la mostra dedicata all’epoca degli Embriaci

visite guidate alle ore 10:30 – 12.00 – 15.00 – 16.00 – 17.00 – euro 3,00
Visita guidata + ingresso libero al museo di Sant’Agostino euro 5,00

Museo di Sant’Agostino

Il museo presenta un percorso completo e affascinante nell’arte e, nella storia di Genova. Opere in mostra come sculture, pitture, affreschi, ceramiche, nella cornice architettonica progettata da uno dei grandi innovatori dei musei italiani, Franco Albini, costituiscono un patrimonio affascinante ed unico. Apertura: Sabato e domenica ore 9.30-18.30

Museo del Risorgimento – Via Lomellini 11

Dimora nobiliare edificata nel XV secolo dalla Famiglia Adorno, a partire dal XVIII secolo fu trasformata in edificio di civile abitazione, dove nacque Giuseppe Mazzini (1805).

Attualmente il museo ospita la mostra Fare L’italia. Il Risorgimento romantico e eroico nei Dipinti di Edoardo Matania – Apertura: sabato 9.30-18.30 – www.museidigenova.it

Museo Diocesano – Chiostro Di San Lorenzo – via Tommaso Reggio, 20r

domenica 16 ottobre apertura continuata 10-19

Visite guidate gratuite con partenza ad ogni ora, dedicate al chiostro e alla collezione Blu di Genova – ingresso: Euro 5.00 – Info 010 2475127 – info@museodiocesanogenova.itwww.museodiocesanogenova.it

Museo del Tesoro – Piazza San Lorenzo

Sabato 15 ottobre – domenica 16 ottobre apertura continuata 10.00-19.00

Visita guidata gratuita agli ambienti museali e alla Croce degli Zaccaria (IX-XV secolo) con partenza ogni ora – ingresso: Euro 5.00 – Info 010 2471831 – museotesorogenova@libero.itwww.museidigenova.it/it/content/museo-del-tesoro

Salita alla Torre della Cattedrale

Un’occasione unica per ammirare Genova dall’alto: dalla tribuna del Doge alla loggia di nord est, per una vista mozzafiato sui tetti della città, dal mare alle colline.

Sabato 15 ottobre – domenica 16 ottobre apertura continuata 10.00-19.00 – Salita ogni 45 min

Salita Torri: Euro 5.00

Archivio di Stato di Genova- Complesso monumentale di Sant’Ignazio

Piazza Santa Maria in via Lata, 7

“Genova. Tesori D’archivio” mostra documentaria a cura di Giustina Olgiati

Fra i tesori esposti il “rollo” del 1588, insieme ad altri documenti che parlano della ricchezza e della nobiltà di Genova – Visitabile sabato 15 ottobre ore 10 – 14

Biblioteca Civica Berio – 11 -15 ottobre, Spazio Berioidea, orario 8-19

La Berio per la Duchessa Di Galliera

In occasione dell’apertura dell’appartamento della Duchessa di Galliera a Palazzo Rosso, la Biblioteca Berio – che custodisce il Fondo Brignole Sale-De Ferrari – propone un’esposizione di libri e documenti sull’illustre famiglia genovese e le sue dimore storiche.

Inoltre, venerdì 14 ottobre, presso la Sala Lignea, sarà possibile ammirare alcuni dei più preziosi volumi appartenuti alla Duchessa (appuntamento al piano terra, ore 17.00). Per informazioni: 010-5576016/017

 EVENTI IN PROGRAMMA DURANTE I ROLLI DAYS

Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco

(In corso la mostra “Il Settecento nelle Collezioni Tessili)

Sabato 15 e domenica 16 – ore 15.30-18.30

Mostra….in gioco! Un fitto programma di giochi per bambini e ragazzi sui temi della mostra “Il Settecento nelle Collezioni Tessili dei Musei di Strada Nuova” a cura dei Volontari del Servizio Civile. Ingresso gratuito

Cortile Palazzo Tursi

Sabato 15 e Domenica 16 – ore 15,30/16,30

Storie di Rolli – I Palazzi dei Rolli come non li avete mai letti.

Dieci racconti, ideati e interpretati dagli studenti della scuola di scrittura StudioStorie, per esplorare i Rolli attraverso gli occhi della narrativa. Evento organizzato in collaborazione con Utopia Pirata.

Palazzo Tursi – Salone di Rappresentanza

Sabato 15 – ore 19

Di danza in danza fra Seicento e Settecento – Ensemble Hortensia Virtuosa

G: Rota e A. Takahashi, violino R. Ferri, violoncello G. Scordari, cembalo

Musiche di Corelli, Vivaldi, Falconiero, Uccellini, Marchitelli – A cura di Collegium Pro Musica

Domenica 16 – ore 17,00

“Monteverdi e il suo tempo” concerto con gli allievi della masterclass condotta da Roberta Invernizzi in collaborazione con Ass. Musicaround – MAP Musica Antica a Palazzo.

Domenica 16 ottobre – ore 20,30

Deborah Brunialti & Paola Biondi, pianoforte a quattro mani

Guido Barbieri, musicologo. A cura di Associazione Culturale Pasquale Anfossi

Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Sabato   15 e domenica 16 Ore 16

Concerti per Fisarmonica Classica Alexei Manik Fisarmonica – Giorgio Dellarole   Fisarmonica

Esposizione fotografica Cortile Palazzo Tursi

Alcuni scatti di Palazzi dei Rolli da scoprire nel cuore del Centro storico

FUORIROLLI: sapori ispirati all’epoca dei Palazzi dei Rolli, proposti secondo il più attuale food design

Con i FuoriRolli 2016, turisti e genovesi saranno invitati, prima e dopo le visite guidate, a bere e gustare vini e piatti ispirati all’epoca dei Rolli, quando i palazzi principeschi delle nobili famiglie locali si aprivano per accogliere gli ospiti della Repubblica di Genova.

Ristoranti e bar di tutta Genova saranno invitati a proporre a tutti i partecipanti, a prezzo fisso, rispettivamente il piatto e il “gotto” dei Rolli, con un occhio alla dieta mediterranea e l’altro al moderno food design. Con l’ausilio della progettazione degli studenti del Dipartimento di Scienze per l’Architettura dell’Ateneo genovese, il piatto dei Rolli, fruibile a pranzo o a cena, sarà un piatto unico composto da una fantasia di torte di verdure e cundigiun, la celebre insalata ligure con verdure fresche, gallette del marinaio e pesce conservato mediterraneo. Il “gotto” dei Rolli potrà essere analcolico, leggermente alcolico o alcolico (un buon bicchiere di vino ligure) e sarà accompagnato da verdure crude, panissa (la polenta dei liguri, fatta con farina di ceci e raffreddata) o focaccia genovese.

I FuoriRolli sono un’iniziativa di Comune, Camera di Commercio e Università di Genova con la consulenza scientifica di Villa Montallegro, impegnata col marchio #piùgustoperlavita nella promozione di una sana alimentazione legata a una corretta attività fisica.

Per ulteriori info visitare il sito: www.fuorirolli.it

1 Trackback / Pingback

  1. Avvio col botto per i Rolli Days. Tutti in coda per vedere la “novità”: Palazzo del Grillo – GenovaQuotidiana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: