Annunci
Ultime notizie di cronaca

Meduse all’Acquario: incontro ravvicinato, ma “innocuo”

Sembrano danzare nell’acqua, i loro movimenti fluidi e delicati le rendono tra le creature più affascinanti del mondo marino. Ma sono anche pungenti e un incontro ravvicinato con loro, costa giornate di dolorose bruciature. Sono le meduse, creature dalla grazia di una danzatrice che possono essere ammirate senza pericolo all’Acquariomeduse

La pungente bellezza e l’affascinante movimento simile a una danza di questi elegantissimi invertebrati si può ammirare da vicino senza pericolo: gli Acquari di Genova, Cattolica e Livorno accolgono infatti diverse specie di meduse in vasche e aree dedicate.  Qui il pubblico può scoprire tutte le curiosità e le informazioni di questi animali antichissimi costituiti per il 98% da acqua, imparare come comportarsi in caso di incontro in mare e ricevere informazioni sul Meteo meduse, un sistema di monitoraggio della presenza e della distribuzione di meduse lungo le coste italiane condotto dall’Università del Salento in collaborazione con Focus. Nella sala dedicata al secondo piano del percorso di visita, l’Acquario di Genova ospita quattro specie di medusa: la Cassiopea sp., specie tropicale che vive appoggiata sul fondo in posizione “sottosopra”, la medusa quadrifoglio (Aurelia aurita) specie cosmopolita che nella fase adulta può raggiungere una dimensione di 20-30 cm, la specie tropicale Sanderia malayensis con i suoi tentacoli lunghi e sottili e la Phyllorhiza punctata, con i tipici punti bianchi distribuiti su tutto l’ombrello, di cui si possono osservare i diversi stadi del ciclo riproduttivo (polipo – efira –medusa). Le meduse, infatti, hanno complessi cicli biologici che comprendono una fase che vive attaccata al fondo (il polipo) dalla quale nascono giovani meduse (le efire) che poi diventano adulte. Di solito, quando le meduse non ci sono, sono sul fondo del mare, sotto forma di polipo.  I segreti della vita delle meduse si possono osservare attraverso le speciali visite guidate Dietro le quinte e Dietro le quinte kids, disponibili tutti i giorni: grandi e piccini accedono anche alla zona curatoriale che sta dietro l’area espositiva, dove poter scoprire i progetti di riproduzione e di ricerca seguiti dai biologi e dai veterinari della struttura su questi animali.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: