Annunci
Ultime notizie di cronaca

Sangue sul bus notturno: la denuncia di Orsa

<Potevamo mettere in sicurezza cento bus, ma i soldi per farlo sono finiti altrove> denuncia il sindacato autonomo Orsa. Ecco il risultato di una rissa tra ubriachi sul bus notturno numero 2. Voltri, notte: prima le parolacce, poi la lite e infine gli spintoni. Fino a quando uno dei due ha battuto con violenza verso la vetrata, sfondandola. Scene di ordinaria amministrazione denunciate dall’Orsa che da tempo spinge per mettere in sicurezza i bus. E ce ne sarebbe anche stata la possibilità, ma il denaro sufficiente è finito in piccoli bus collinarisangue sul bus 2

Di Michela Serra

A volte si pestano, a volte si limitano a dare fastidio o a vomitare in giro per il bus. Ma quello che è accaduto questa notte sul notturno numero 2, all’altezza di Genova Voltri, poteva finire molto peggio. Due ubriachi hanno iniziato a litigare, poi si sono messi le mani addosso e infine hanno sfondato la vetrata, come si vede dalle fotografie. Poteva andare decisamente molto peggio. La questione sicurezza non è certo argomento di oggi, ma ogni volta che succedono incidenti di questo genere, se ne torna a parlare. <Tutto bene, ma sarebbe meglio agire> dice Marco Marsano, segretario del sindacato autonomo Orsa. Agire per mettere in sicurezza gli autobus? <Si, e la possibilità ci sarebbe stata – spiega Marsano – avevamo fatto fare un preventivo a un’azienda che avrebbe collegato le telecamere interne direttamente alle centrali operative di polizia e carabinieri e i bus sarebbero stati dotati di un pulsante interno per attivare la chiamata di emergenza>. Il costo si sarebbe aggirato sui 600 mila euro per dotare del software almeno un centinaio di bus. Un bel numero, che avrebbe coperto almeno i mezzi notturni, quelli naturalmente più a rischio sicurezza. <Addirittura abbiamo fatto parlare Regione, Comune e Amt con l’azienda – racconta Marsano – ma non abbiamo avuto parere positivo>. Il motivo? Il solito vecchio problema: soldi. <Peccato che poi ci siamo visti acquistare per la stessa cifra cinque autobus collinari da 25 posti, del tutto inadeguati al servizio> denuncia Marsano.bus piccoli collinari amt Perché i bus acquistati non sono adatti al trasporto delle persone in collina? <Innanzi tutto sono troppo piccoli – spiega ancora il sindacalista – faccio un esempio: il bus che percorre la strada da Nervi a Sant’Ilario è un mezzo piccolo, ma non ha le sembianze di un furgoncino>. I cinque bus “Sprinter” acquistati dalla Regione per 614 mila euro sono bus da 7 metri con soli otto posti a sedere e venticinque totali. A causa di tali dimensioni e del pochissimo carico, non possono essere impiegati sulle linee per le quali sono stati comprati. O sono troppo lunghi e non passano per le vie più strette, o non manovrano per lo sbalzo posteriore, o non riescono a portare tutte le persone che aspettano alle fermate. Sono arrivate mesi fa e sono rimasti fermi per molto tempo, dato che è stato necessario apportare modifiche, collaudarli e poi pensare dove impiegarli. <Magari sarebbe stato meglio il contrario> dice Marsano. La soluzione è arrivata con l’orario estivo: con scuole e asili chiusi, il carico è nettamente inferiore. Ma non è l’unico problema. Anche la struttura non è adatta, in quanto, nonostante siano vetture ottime, non sono idonee al trasporto urbano. Sono dotate di porte estremamente lente (almeno 20 secondi) e si aprono verso l’esterno, sporgendo di 50 centimetri. Questo non consente un adeguato accostamento ai marciapiedi. <Sarebbero vetture ideali per il servizio “Drinbus”, visto che hanno la pedana per i diversamente abili – spiega ancora Marsano – ma quando l’estate finirà e le scuole riapriranno, non so come li useremo>. Insomma, un quesito che non tarderà ad avere una risposta, dato che siamo ad agosto. Quello che sarà da capire è se questa risposta sarà soddisfacente o meno. Ciò che invece è certo è il problema sicurezza. Quando cala la notte e i bus notturni prendono servizio si rischiano guai grossi, come è successo sul N2. Poteva finire peggio e qualcuno avrebbe potuto farsi male sul serio.sangue sul bus 4

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: