Ecuadoriano ubriaco lancia sedie e bottiglie, interviene la pm. Un agente ferito

È successo a Caricamento nel tardo pomeriggio, sotto gli occhi dei passanti, genovesi e turisti. È intervenuta prima una pattuglia a piedi, poi un’altra squadra del primo distretto insieme ai motociclisti dell’Autoreparto. Un agente fuori servizio che passava con la famiglia e si è fermato a dare una mano ai colleghi. Alla fine i cantunè hanno ragione dello straniero che sembra un ossesso. Nella collutazione uno di loro si ferisce seriamente a una mano. Ne avrà per almeno 30 giorni

ferimento Diablo

Caricamento alle sei del pomeriggio è uno strano crocevia fatto di turisti e stranieri, venditori abusivi e polizia, genovesi e frequentatori di tutte le etnie. È in questo viavai di gente che oggi, nel tardo pomeriggio, un uomo ubriaco comincia a lanciare sedie e bottiglie. Qualcuno dice che ha litigato con alcuni suoi connazionali, altri che è tutto da imputare all’alcol. Fatto sta che dà di matto in un luogo e in una zona affollatissima. Interviene una pattuglia della Pm. Lui prima si calma, poi, quando gli agenti gli chiedono i documenti, dà di matto. Prima tenta di scappare per le scalette che portano a Sottoripa, poi si avventa sui cantunè colando sopra uno di loro. Comincia la colluttazione. Passa anche un agente libero dal servizio e capisce che i colleghi sono in difficoltà. Uno di loro è stato ferito in modo serio a una mano e lo straniero, un ecuadoriano (o forse un cileno, sicuramente già, non ha ancora smesso di lanciare qualsiasi cosa gli passi per le mani. Così dice alla famiglia di farsi da parte e corre in soccorso ai colleghi. Alla fine gli agenti riescono ad ammanettare l’ubriaco. Nel frattempo arriva un’altra auto dello stesso distretto (il primo, quello detto di “Portoria”), poi i motociclisti dell’Autoreparto. Dai presenti si alza un coro di apprezzamento per l’intervento. Il sudamericano viene arrestato e il cantunè ferito viene portato al Galliera dove i meidici riscontrano la frattura di un dito e, forse, la lesione di un legamento. Ne avrà per almeno 30 giorni. Lo straniero era già stato espulso dal territorio italiano. L’aver festeggiato la fine della settimana lavorativa bevendo troppo gli costerà caro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: